EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE


   
BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
Misurazioni sul Reiki. Esperimenti effettuati a Trieste.
aprile 28th, 2012 da Ananda Saraswati

Durante il Congresso svoltosi a Trieste il 23 OTTOBRE 2011 fu effettuata una serie di misure con la strumentazione EPI.

Il metodo EPI (Immagine Elettrofotonica), basato sulla tecnica GDV (visualizzazione a emissione di gas), è ben noto per applicazioni in test medici, sportivi ed in acqua. Si basa sulla elaborazione tramite computer di immagini della luminosità da scarica di gas intorno al soggetto in fase di studio in un campo elettromagnetico ad alta intensità.

L’ “Electrophotonic” è una strada promettente per l’introduzione di nuove procedure automatizzate non invasive allo scopo di valutare le condizioni del corpo durante interventi minimi nelle funzioni vitali. Il metodo elettrofotonico studia stati funzionali umani, valutando parametri elettro-ottico della pelle basati sulla registrazione di processi fisici che derivano da componenti elettronici della conduttività dei tessuti.

Questa tecnica consente di catturare l’immagine dell’impulso elettrofotonico intorno alla punta delle dita e di ricavare informazioni sulle attività simpatiche e parasimpatiche. Il metodo elettrofotonico può quindi essere utilizzato come modello per colmare le lacune nelle divergenze sanitarie, creando un approccio innovativo per convertire gli aspetti sanitari in misurazioni in tempo reale, che permetterà di migliorare i risultati della salute.

La camera EPC/GDV è attualmente lo stato dell’arte nella bioelettrografia. Il principio alla base del funzionamento dell’apparecchio è simile al ben noto effetto Kirlian, ma la tecnologia moderna consente di avere dati stabili riproducibili con un’analisi computerizzata quantitativa. Questi risultati sono descritti in più di 200 lavori di ricerca nella letteratura scientifica internazionale, in 15 brevetti, in 7 libri in inglese, francese, tedesco, italiano, russo e spagnolo.

Il principio della strumentazione EPI / GDV fu utilizzato nel “Sensore elettrofotonico” con un sensore Sputnik del quinto elemento posizionato nella sala. Le misurazioni furono effettuate in modalità totalmente automatica.

Risultati

I grafici 1 e 2 riportano i risultati delle misurazioni con lo “Sputnik”. Come si vede dai grafici tutti i momenti significativi della risposta del pubblico alle presentazioni sono stati messi in correlazione con l’aumento di segnale fino a 120%.

Questi risultati dimostrano che nel processo dell’attività di energia Reiki si può rilevare una modificazione molto forte dello spazio, che può essere interpretata come una predisposizione positiva dell’ambiente.

Tutte le persone che sono in questo ambiente ricevono un forte impulso di energia positiva che perdura per molto tempo.

Test umano prima e dopo Reiki

E’ possibile vedere dalle foto, come tutti i partecipanti hanno aumentato la frequenza del campo energetico e l’equilibrio di Chakras.

Adriana

Amelia

Emanuela

Maura

Konstantin Korotkov

Konstantin Korotkov è professore di Fisica al Politecnico di San Pietroburgo in Russia. Ha pubblicato oltre 70 lavori sulle principali riviste di fisica e biologia, e detiene 12 brevetti su invenzioni di biofisica. Prof. Korotkov ha condotto una carriera di ricerca per oltre 25 anni, coniugando un rigoroso metodo scientifico con una curiosità insaziabile per lo Spirito e un profondo rispetto per tutta la vita. Egli è anche uno studioso di filosofia e un serio alpinista con 20 anni di esperienza. Ha tenuto lezioni, seminari e sessioni di formazione in 24 paesi, presentando il suo lavoro in oltre 40 congressi nazionali ed internazionali.E’ autore di 4 libri, alcuni in lingua inglese, tra cui: Light After Life, esperimenti e idee sulle modifiche dopo-morte delle fotografie di Kirlian. (1998 – Backbone Publishing.Co). Il Dr. Korotkov è anche editore associato della rivista ” Coscienza e realtà fisica” dove pubblica articoli in russo e in inglese.

Al 5° Congresso dell’Unione Internazionale di Medicina e Biotecnologia Applicata a Curitiba, in Brasile, Dr. Korotkov è stato eletto presidente della IUMAB da parte dei ricercatori più importanti del mondo.

Grazie all’abilità dell’dott.Korotkov è nata un’innovazione: la tecnologia della Visualizzazione a Scarica di Gas Computerizzata, basata sul ben noto effetto Kirlian. Questo è il primo strumento che ci permette di visualizzare la distribuzione del campo energetico umano, e di renderlo facilmente riproducible, stampabile e, non da ultimo, ottenibile a basso costo.

Egli ha sviluppato un’apparecchiatura che sfrutta la tecnologia della Visualizzazione a Scarica di Gas (GDV). Per mezzo di uno speciale sistema di elettrodi, si crea un campo elettrico ad alta intensità intorno a un oggetto, producendo una scarica di gas la cui luminescenza può essere rilevata e misurata. È una scarica che appare indipendentemente dal tipo di oggetto, e conseguentemente all’esperienza sperimentale si afferma che si può virtualmente far “splendere” ogni oggetto, compresi metalli, sassi, e piante; ogni organismo biologico modifica questo bagliore secondo le sue caratteristiche particolari, portando a cambiamenti nella luminosità, nella dimensione e nel colore.

La scarica rivela informazioni non registrabili con altre metodologie, informazioni di cui si può rilevare ogni più piccolo cambiamento. Fattori che contribuiscono a formare il bagliore emesso dall’oggetto sono le proprietà elettriche, come le caratteristiche di emissione dell’oggetto, l’evaporazione del gas, l’interscambio di energia con l’ambiente. Ogni tentativo di collegare il fenomeno ad altri fattori quali la sola traspirazione o la sola conducibilità, a seguito di analisi approfondite, si è rivelato inesatto.

Il metodo rivela inoltre le reazioni complesse di un organismo a influenze differenti, come l’assunzione di farmaci, il cibo ingerito, l’ambiente, ecc.

Già dal 1998 la telecamera e il software GDV sono note in tutto il mondo. Molte istituzioni scientifiche ed esperti in medicina convenzionale e alternativa di Australia, Gran Bretagna, Finlandia, India, Germania, Messico, Perù, USA e la Russia beneficiano dei vantaggi di questa tecnologia. In due anni sono state distribuite 100 apparecchiature. Si stanno sviluppando programmi di applicazione della tecnologia GDV in campo medico e sportivo con il beneplacito del Ministero della Salute russo. Importanti università mediche russe e centri di ricerca partecipano al programma. La GDV Camera è pronta per l’uso pochi minuti dopo l’installazione. Il software compreso è di grande aiuto per l’elaborazione e l’analisi delle immagini. Nonostante questo, è necessaria un po’ di pratica e di esperienza per leggere le informazioni relative alla salute che sono codificate nella nostra Aura.

Fonte: www.liberamenteservo.it

Condividi!

Lascia un commento

XHTML: È possibile utilizzare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
»  Motore: WP   »  Carrozzeria: Ahren Ahimsa
© Nirvaira