Diwali

Diwali è la “festa delle luci” indiana, una festa che celebra il trionfo del bene sul male. Quest’anno, il Diwali sarà celebrato il 14 novembre. Sebbene tecnicamente religioso, è diventato anche un evento culturale in Nord America che viene celebrato con dolci e cibi speciali. Che cos’è il Diwali? Diwali (chiamato anche Divali o Deepavali) è una “festa delle luci” che celebra il trionfo della luce sull’oscurità e il bene sul male e le benedizioni della vittoria, della libertà e dell’illuminazione. Il nome deriva dal Sanksrito dipavali, che significa “fila di luci”.

Fra ottobre e novembre, nel mese lunare di Karttika, e precisamente nel quattordicesimo giorno di luna calante, cade un’altra festa molto popolare, specialmente apprezzata anche dai non hindu per l’atmosfera molto suggestiva che riesce a creare; il suo nome, dipavali o divali, che significa “fila di lucerne”, allude alla luce come simbolo del bene e della sua vittoria sulle forze del male simboleggiate dalle tenebre.

Nella notte priva di luna si accendono in onore di Laksmi (sostituita, nel Bengala, da Kali) migliaia di lucerne, che si dispongono in lunghe file (avali) sulle terrazze, sui davanzali e davanti alle soglie delle case, oppure si affidano alla corrente dei fiumi; anche in questo caso la tradizione popolare ha sovrapposto al culto della dea il ricordo di un evento della storia di Rama: il suo ritorno alla propria capitale Ayodhya dopo l’esilio. ”
(Piano, Sanatana Dharma p.262-267)

“La festa di Diwali, festa delle luci, rappresenta la divina unione di Lakshmi con il Dio Visnu. In questo periodo ogni luce, ogni lumino, ogni lampada viene accesa in onore della venuta di Lakshmi sulla terra, come per rischiararle il cammino e rendere ogni casa, ogni villaggio, ogni capanna sparsa nella foresta accoglienti e pronti per la visita della Madre Divina portatrice di abbondanza e prosperità. Nel sud India, in questi giorni, di mattina molto presto, alle quattro, dopo il brahmamuhurta, gli indù si lavano, si cospargono il corpo di olio e indossano, così puliti e profumati, vestiti nuovi. I più fortunati fanno il bagno nel fiume Gange in segno di purificazione. E’ diffusa anche l’usanza di scambiarsi abiti, sari e doti, dai vivaci colori; anche i datori di lavoro, in questi giorni, regalano vestiti ai propri dipendenti. Ognuno dimentica gli antichi rancori, tutti sono gentili e festosi e si abbracciano gioiosamente in segno di amicizia.

La vibrazione molto intensa che aleggia negli animi delle persone si sente nell’aria ed è così potente da cambiare, anche solo per qualche giorno, il cuore delle persone e avvicinarlo all’amore divino.

Nella notte del Diwali, i celebranti accendono dozzine di candele e lampade di argilla (chiamate diyas), posizionandole in tutte le loro case e nelle strade per illuminare la notte buia. Nella maggior parte dell’India, il Diwali consiste in una celebrazione di cinque giorni che culmina il terzo giorno con la celebrazione principale del Diwali. In altri luoghi in cui si verifica il Diwali, di solito viene celebrato solo il giorno principale. La festa viene celebrata in tutta l’India, Singapore e molti altri paesi dell’Asia meridionale come festa nazionale, il che significa che anche le persone al di fuori di queste religioni possono partecipare alle celebrazioni di Diwali. Diwali si verifica ogni anno in autunno (o in primavera, nell’emisfero meridionale), durante il mese indù di Kartik. (Per dirla in termini occidentali, Kartik inizia intorno a metà ottobre e termina a metà novembre.) In particolare, Diwali si verifica nel giorno più buio del mese lunare, che è il giorno della luna nuova.

Date Diwali : Sabato 14 novembre 2020

Giovedì 4 novembre 2021

Domenica 24 ottobre 2022

Tradizioni e costumi Diwali Poiché il Diwali è celebrato da così tante persone in tutto il mondo, le tradizioni sono diverse, sebbene ci siano alcuni temi comuni, tra cui l’accensione delle candele e il raduno delle famiglie. La celebrazione principale del Diwali si svolge nel giorno della luna nuova, quando il cielo è più buio, quindi gran parte della celebrazione ruota attorno alla luce. Candele, lampade di argilla e lanterne a olio vengono accese e collocate in tutta la casa, nelle strade, nelle aree di culto e galleggiano su laghi e fiumi. I fuochi d’artificio vengono anche lanciati nella notte del Diwali, detto da alcuni per allontanare gli spiriti maligni. Un altro tema centrale del Diwali è la famiglia. Indossando i loro migliori vestiti nuovi, le famiglie si riuniscono per mangiare dolci e altri cibi speciali, accendere diyas (lampade ad olio decorative) e pregare per i loro antenati.

Il sole, la luna, le stelle, tutte le luci del mondo non potranno mai uguagliare la luce della Conoscenza. Emergiamo dall’oscurità e dall’ignoranza e realizziamo, attraverso la meditazione, la luce eterna dell’anima”.
(tratto da Sri Vidya n.4 pag.5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.