EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE


   
BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
Piramidologia
15th Giu, 2018 da Ananda Saraswati

La piramidologia, se seriamente e concretamente applicata, consente ad ognuno a giungere a risultati sia fisicamente che spiritualmente soddisfacenti ed appaganti.”

(Rodriguez Alvizio Luis Alberto)

LE PIRAMIDI

Le piramidi della piana di Giza sono divenute da tempo il simbolo dell’antico Egitto. Si levano massicce sullo sfondo del deserto inanimato, con la loro struttura apparentemente semplice eppure ambigua, sconcertante, misteriosa.

Secondo le antiche fonti, infatti , le piramidi erano costruite per custodire e tramandare, impresso nella pietra, in termini di proporzioni e dimensioni, tutto il bagaglio di conoscenze astronomiche, matematiche e geografiche che erano in possesso dell’ antico popolo egizio. Scriveva J.P. Laner nella sua opera “Le problème des pyramides d’ Egipte): ” Dal punto di vista astronomico è indubbia… la grande cura nell’ orientamento… Dal punto di vista matematico lo studio delle piramidi, e specialmente della Grande Piramide, mostra proprietà geometriche notevoli oltre a rapporti numerici che meritano attenzione”. 

La grande piramide attribuita a Cheope è unica per il fatto che ha corridoi e stanze nella parte superiore della struttura, mentre tutte le altre hanno in pratica solo un passaggio che conduce ad una camera al livello del suolo o nella roccia sottostante. In origine era alta 148 metri (e forse non per caso il Sole dista dalla Terra 149 milioni di chilometri) e la base misurava 320 metri di lato, ma col tempo le pietre lisce che la rivestivano furono asportate per essere utilizzate nelle costruzioni medievali del Cairo: oggi misura in altezza circa 137 metri.

Esistono piramidi in diversi parti del mondo, molte in Sud-America.

La riscoperta dell’energia delle piramidi è storia abbastanza recente. Negli anni trenta il filosofo francese Paul Brunton ottenne dal Cairo il permesso di trascorrere un’intera notte nella Camera del Re. Egli fece un dettagliato resoconto dell’incredibile esperienza vissuta, descrivendo numerose meravigliose visioni, proiezioni astrali e parlò persino di una particolare iniziazione ricevuta nel sarcofago regale. Antoine Bovis,Wilhelm Reich, Karen Drbal e alcuni altri ricercatori sono riusciti a dimostrare che la forma piramidale ha effetti speciali.

Nel 1949 Karl Drbal, un ingegnere in pensione, presentò all’Ufficio Brevetti di Praga il suo “Congegno per mantenere il filo di rasoi e lamette di rasoio”, costituito da un modello di Piramide tipo Cheope (cioè in cui la misura dei lati della base si ottiene dalla formula hp/2, dove h è l’altezza e p il numero trascendente Pi-greco 3,14…). Solo dopo 10 anni di sperimentazione, in parte compiuta personalmente da uno dei membri, la commissione concesso il brevetto n. 91304.

Nel 1968 il premio Nobel Dott. Luis Alvarez organizzò una spedizione in Egitto alla ricerca delle camere segrete della Grande Piramide mediante la misurazione dei raggi cosmici i quali perdono energia attraversando gli strato rocciosi della piramide e avrebbero così segnalato la presenza di eventuali spazi vuoti posti al disopra della Camera del Re. I dati raccolti furono elaborati da un computer del Cairo senza rivelare nulla di interessante. Lo stesso esperimento valutato in seguito dal Dott. Goneid diede risultati del tutto differenti, tali far supporre la presenza di energie sconosciute che alterassero la registrazione dei dati.

Da allora in poi le ricerche sulla misteriosa energia della piramide si sono susseguite a ritmo sempre più incalzante. Ad esempio il centro ESP di Los Angeles California incominciò a valutarne gli effetti sulla creazione di forme-pensiero molto energetiche. Nel 1970 un gruppo di ricercatori messicani, coordinati dal Dott. Rodriguez Alviso Luis Alberto tra cui un ingegnere, uno psicologo e un fisico, fondarono un circolo a Città del Messico con l’intento di iniziare una serie di esperimenti riguardanti la piramidologia. La loro attività di ricerca continuò fino al 1990 e portò ad un progressivo perfezionamento nella costruzione dei modelli di piramide. Si osservò che gli effetti non dipendevano dalla massa del materiale impiegato ma soprattutto dalla forma e dal materiale impiegato. Furono ideate e sperimentate le prime piramidi tubolari, senza pareti, i concentratori, i cappelli sopra-piramidali, ecc.

Rodriguez Alvizo Luis Alberto e il suo gruppo condussero una serie di esperimenti giungendo alla conclusione che non erano le piramidi in sè a produrre gli effetti constatati, ma la forma geometrica delle stesse, per cui un semplice telaio con le misure appropriate poteva funzionare come il modello completo. Stando a ciò le energie della terra e quelle cosmiche, distinte in una forza centrifuga calda e dinamica e in una forza centripeta fredda e ricettiva, possono circolare e moltiplicarsi all’interno della piramide, a patto che i rapporti geometrici siano i medesimi della Grande Piramide di Giza.

Leggi il resto… »

Moringa Oleifera,“albero miracoloso”, chiamata Shigru in Ayurveda
9th Giu, 2018 da Ananda Saraswati

Moringa Oleifera,“albero miracoloso”, chiamata Shigru in ayurveda
La moringa oleifera, è una pianta molto apprezzata e versatile che appartiene alla famiglia delle Moringaceae. È un albero deciduo a crescita rapida originario delle montagne himalayane dell’India, ed è ampiamente coltivato in aree tropicali e subtropicali in tutta l’Asia, l’Africa e il Sud America. È ampiamente conosciuto con molti altri nomi, tra cui l’albero dell’olio di Ben.
Sebbene la scienza moderna abbia recentemente scoperto il suo valore, la moringa ha dato una moltitudine di benefici in varie culture fin dai tempi antichi. E ‘stato apprezzato dai romani, egiziani e greci per il suo impatto medicinale su una serie di disturbi. Oggi, il suo utilizzo è stato incoraggiato da varie organizzazioni umanitarie per combattere la malnutrizione e i suoi effetti nelle regioni colpite dalla povertà.
L’ albero ha una corteccia spessa e biancastra con rami cadenti e fragili e lunghi foglietti verdi di forma ovale. Nella terapia ayurvedica, è apprezzato per la sua vasta gamma di usi terapeutici, comunemente attribuiti alle sue proprietà antimicotiche, antivirali, antidepressive e antinfiammatorie. In alcune aree, è semplicemente noto come ‘Shigru’.

Valori nutrizionali
Fornisce una vasta gamma e quantità di proteine, vitamine e minerali essenziali. È una ricca fonte di aminoacidi essenziali, che sono gli elementi costitutivi delle proteine. Contiene anche una quantità significativa di vitamine come vitamina A, vitamina B1 (tiamina), B2 (riboflavina), B3 (niacina), B6, acido folico e acido ascorbico (vitamina C). La sua ricchezza minerale include calcio, potassio, ferro, magnesio, fosforo e zinco, fonte di omega 3-6-9.

La proprietà antiossidante di moringa aiuta nella protezione del fegato, cura del diabete, protezione degli occhi, miglioramento della salute cardiovascolare, salute delle ossa, urolitiasi, guarigione delle ferite, cura dei capelli e cura della pelle. È anche ricco di proprietà antibatteriche e antimicotiche che aiutano a combattere le infezioni.
Inoltre, i fitonutrienti presenti nella moringa sono efficaci per prevenire varie condizioni mediche come cancro, malattie neurodegenerative, asma bronchiale, anemia falciforme, nefrotossicità, colesterolo alto, ipertensione, anemia e obesità, oltre a contribuire a costruire un forte sistema immunitario.

Benefici per la salute di Moringa

Leggi il resto… »

Trattamenti con stuoia a raggi infrarossi, biofotoni, ioni negativi e cristalloterapia
18th Mag, 2018 da Ananda Saraswati

Trattamenti con la stuoia a Raggi Infrarossi, Biofotoni e Ioni Negativi granuli di Giada e Tormalina selezionata che, riscaldati, assieme ai preziosi materiali in microteconologia, emanano benefici raggi infrarossi. Aiuta nelle tensioni muscolari, negli stati dolorosi e infiammatori in genere, utile per essere impiegata per ridurre il dolore lombare, cervicale e per ogni altro tipo di dolore articolare e/o muscolare. Grazie all’azione combinata dei Raggi Infrarossi, dei Biofotoni e degli Ioni Negativi apporta anche un gran beneficio a tutto l’organismo, apportando benessere al corpo e alla mente.

Effetti benefici:

  •  rallenta l’invecchiamento
  • rinforza il sistema immunitario
  • riattiva e rivitalizza il metabolismo cellulare
  • ridurce la ritenzione idrica
  • migliora la qualità del sonno
  • migliora la circolazione sanguigna
  • riequilibria gli ioni positivi e negativi del corpo
  • rimuove e smaltire le tossine pericolose per la salute
  • dare sollievo ai dolori muscolari ed articolari, diminuendo progressivamente lo stato infiammatorio
  • aumenta il livello dell’ossigeno nel corpo
  • allevia lo stress psico-fisico
  • allevia i crampi
  • riduce edemi e gonfiori
  • riduce lo stress e la stanchezza fisica
  • aumenta e aiuta a ritenere il calore corporeo
  • emette ioni negativi per controbilanciare i pericolosi e le nocive radiazioni generate dalle apparecchiature elettroniche e dai rifiuti industriali, alle quali oggi siamo sempre più esposti.

Leggi il resto… »

Bevanda ayurvedica – Golden Milk o Latte d’Oro
19th Feb, 2018 da Ananda Saraswati

Curcuma, cannella, miele, olio di mandorle, olio di sesamo oppure ghee, latte vegetale (nella ricetta  originale era latte vaccino), da non dimenticare che  in India le mucche sono sacre e il latte di una volta non è lo stesso con  il latte vaccino attuale in vendita è meglio evitarlo per salvaguardare la nostra salute. Sono gli ingredienti di quella che è considerata una delle medicine naturali più buone ed efficaci, il latte d’oro.
Anche sull’isola giapponese di Okinawa,  si usa. Forse questo aiuta a spiegare perché la gente di Okinawa ha una vita media più lunga del mondo: 81,2 anni.

La fama del latte d’oro, o Golden milk, bevanda ricchissima di antiossidanti naturali ha superato i confini dell’India e si è diffusa in tutto il mondo per le sue infinite proprietà benefiche. Il suo nome deriva dal colore che viene conferito al latte dalla curcuma, spezia della famiglia dello zenzero che è alla base di tutta la medicina popolare hawaiana e che da secoli viene utilizzata nella Ayurveda per le sue virtù preventive e terapeutiche.

La curcuma di per sé presenta numerose proprietà benefiche. Viene consigliata come rimedio naturale per la digestione difficile, in caso di disturbi epatici, per i disturbi mestruali, per i gonfiori addominali, ma anche per dolori comuni, come il mal di testa o il mal di denti, e per stimolare la secrezione della bile.

Soprattutto in caso di dolori articolari o muscolari e di stati infiammatori. E’ in India che è nata la ricetta del latte d’oro, dove i praticanti di yoga ne fanno uso quotidiano poiché migliora l’elasticità delle articolazioni e permette di mantenere più a lungo le posizioni.

Leggi il resto… »

Chi Nei Tsang: il massaggio che libera le emozioni.
18th Feb, 2018 da Ananda Saraswati

«I Traumi possono essere l’inferno in terra; trasformarli è un dono divino»

Peter Levine

«Chi Nei Tsang», un massaggio terapeutico che appartiene all’antica tradizione taoista.

Il Chi Nei Tsang, in quanto un’arte e una scienza, costituisce un complemento della riflessologia, della psicologia, del Reiki, dello Shiatsu, del massaggio svedese e di altre terapie simili. Tuttavia, a differenza della maggior parte delle discipline che adottano metodiche indirette per agire sugli organi interni, il Chi Nei Tsang li massaggia direttamente; rappresenta inoltre il metodo più completo per energizzare, rafforzare e depurare il sistema interno. Il massaggio taoista addominale, dalla medicina cinese, significa letteralmente ”lavoro con energia degli organi interni” e viene praticato sull’addome attraverso digitopressioni, vibrazione e altre manipolazioni sugli organi favorendone la disintossicazione completa e la rinascita. Una momento di rigenerazione non solo esterna ma soprattutto interna.

Leggi il resto… »

Massaggio Ayurvedico
18th Feb, 2018 da Ananda Saraswati

 

L’Ayurveda, è uno dei sistemi di medicina naturale più antichi tramandati dall’uomo, un grande dono dell’India al mondo. La medicina ayurvedica (ayurveda significa “scienza della vita”) è nata in India migliaia di anni fa, più di 5000 anni, e si basa su una concezione olistica dell’uomo, secondo la quale il corpo è inscindibile dalla mente. Le abitudini armoniose della vita, pensiero positivo, alimentazione sana e massaggio sono fondamentali per la prevenzione delle malattie.Le origini del massaggio ayurvedico sono riscontrabili negli antichissimi testi che ne stabiliscono le basi: la Sushruta e la Charaka Samhita.

Il massaggio ayurvedico è un trattamento di manipolazione più o meno dolce il cui scopo è di favorire attraverso il massaggio una buona circolazione dei fluidi vitali per mantenere corpo e mente in salute ed avere un aspetto sempre giovane e sano. Il massaggio Ayurvedico si propone di ripristinare una condizione di equilibrio nell’organismo, generando benessere fisico e mentale.

La persona che si sottopone al massaggio, ha la possibilità di ringiovanire il corpo, aiuta a mantenere giovani e belli sia la pelle che i capelli, ma anche i muscoli ed inoltre ha effetti benefici sul sistema circolatorio, su quello venoso e perfino su quello immunitario, mantenerlo sano e forte, alleviare i dolori, migliorare il funzionamento degli organi, rigenerare i tessuti del corpo e riportare mente e corpo in uno stato di equilibrio fra loro per un benessere completo. E’ un ottimo strumento per combattere lo stress e le malattie. E’ un massaggio rinvigorente e rilassante che attraverso l’uso di oli specifici dona al corpo salute e luminosità, utile anche per la bellezza fisica e l’armonia spirituale. 

Leggi il resto… »

Radiestesia
18th Feb, 2018 da Ananda Saraswati

La parola “radioestesia” ha un significato composto. La prima parte deriva dal Latino radius (raggio, sensibilità), la seconda dal greco aestheses (percezione, sensibilità), e si riferisce all’uso di strumenti per captare e misurare energie e vibrazioni.
Radiestesia significa sensibilità al raggio.
La radioestesia o radiestesia è la facoltà del corpo umano di percepire la radiazione elettromagnetica.
Essa permette trovare sorgenti d’acqua, fonti sotterranei di metalli, petrolio, gemme, oggetti nascosti e anomalie della crosta terrestre e / o zone patogene con utensili appositamente preparati in legno, metallo (filo di rame, acciaio, argento). La persona che  la pratica è chiamata operatore radioestesista.
La radioestesia è un fenomeno in cui un sistema vivente (vegetale, animale, umano, ecc) riceve un segnale infoenergetico e reagisce alla decodifica del segnale, attraverso la sensazione o movimento.
Con l’aiuto degli strumenti speciali, possono essere trovate gli organi in squilibrio o con affezioni.La Radioestezia utilizza alcuni indicatori, che misurano le vibrazioni del corpo.
Essa è uno strumento di auto-conoscenza e auto-sviluppo è lo strumento con il quale otteniamo informazioni .
 
Inoltre con uno strumento appostito, il corpo umano può essere studiato per misurare  la salute di vari organi. Di solito, chi usa la radioestesia è un bioenergetico. Secondo la radiestesia tutte le malattie, organi e rimedi hanno una frequenza vibratoria speciale. Possono essere espressi in valori numerici. Probabilmente ti chiedi quanto siano verificabili queste misurazioni. La storia mostra che hanno un’accuratezza molto elevata e dipende sempre dall’esperienza  e capacità dell’operatore.

Leggi il resto… »

Corso secondo livello Reiki Usui Tradizionale -23 e 24 giugno 2018
6th Feb, 2018 da Ananda Saraswati

“Non si deve cercare di guarire il corpo senza cercare di guarire l’anima”

Associazione Nirvaira propone il Corso di iniziazione al Secondo Livello Reiki Usui Tradizionale  nel week -end  del  23 e 24 giugno 2018.

Inizio corso ore 10 -00 il 23 e fine  ore 19 00 il 24 giugno.

Prenotazioni aperte entro il 21 giugno 2018.

Il Reiki è un metodo originario del giappone, ma diffuso in tutto il mondo, di purificazione ed equilibrio delle energie del corpo umano. Si tratta di un metodo naturale di ripristino del benessere psicofisico mediante il riversamento di una specifica energia sottile (Reiki appunto) canalizzata e orientata tramite i palmi delle mani di un operatore, iniziato in tale metodo, posti a distanza ravvicinata, o a diretto contatto col corpo della persona da trattare.  La parola giapponese Reiki è composta da due sillabe, REI e KI, che significano rispettivamente “energia universale” e “forza vitale”: in India, questa forza viene chiamata Prana, in Cina Ch’i (o Qi), in Giappone Ki appunto, in Egitto Ka, mentre dai Cristiani viene definita Spirito Santo. Reiki quindi significa Energia Vitale Universale. Il Reiki rappresenta l’Energia Universale di origine Divina, venne riscoperto intorno agli inizi del novecento dal dottor Mikao Usui.
Reiki è Amore, Compassione perché l’Energia Universale è Amore, perché l’Energia Universale è Dio, e perché Dio è Amore. Leggi il resto… »

Primo livello Reiki Usui Tradizionale: corso e iniziazioni
6th Feb, 2018 da Ananda Saraswati

L’Associazione di promozione sociale Nirvaira è lieta di annunciare il weekend di corso teorico/pratico di primo livello del sistema Reiki Usui con le inerenti iniziazioni.

Il corso è aperto a tutti e si terrà sabato 5 e  domenica 6 maggio 2018 a Vasto (CH), presso il Centro yoga, massaggi e terapie alternative Nirvaira. Il termine ultimo per prenotarsi è  4 maggio.

Programma dei 2 giorni di corso:

  • 10:00 – 11:25   –   Corso Reiki
  • 11:25 – 11:35   –   Pausa
  • 11:35 – 13:00   –   Corso Reiki
  • 13:00 – 14:00   –   Pausa pranzo
  • 14:00 – 15:55   –   Corso Reiki
  • 15:55 – 16:05   –   Pausa
  • 16:05 – 18:00   –   Corso Reiki

Argomenti trattati:

Leggi il resto… »

Rimedio naturale ayurvedico contro raffreddore, influenza
6th Feb, 2018 da Ananda Saraswati

L’antica medicina tradizionale indiana dell’Ayurveda , “scienza di vita” proiettata al completo benessere fisico e mentale.Si basa sulla profonda conoscenza del corpo, e della sua relazione con la mente e con lo spirito. Considera quindi la salute come uno stato di equilibrio, nel quale i fattori psicologici ed ambientali hanno la stessa importanza di quelli fisici.

 

Lo scopo principale dell’Ayurveda è quello di conservare la buona salute e benessere attraverso tecniche di purificazione, massaggi, uso delle spezie etc.

Ricetta:

  • 300 ml miele
  • 1 cucchiaino cannella
  • 1 cucchiaino curcuma
  • 1 cucchiaino zenzero
  • 2 limoni spremuti
  • mezzo cucchiano plovere chiodi di garofano
  • un pizzico di pepe nero
  • 0,5 cucchiano amla (se avete)
Stati di Coscienza
14th Gen, 2018 da Ananda Saraswati

Onde Cerebrali e Coscienza

Le onde cerebrali, come tutte le onde, vengono misurate in due modi. Il primo è la frequenza, o velocità degli impulsi elettrici. La frequenza viene misurata in cicli per secondo (cps o HZ), che vanno da .5cps a 38cps. La seconda è l’ampiezza, o quanto è potente un’onda cerebrale. Le onde cerebrali si dividono in quattro categorie: Beta, Alfa, Theta e Delta. Quando accediamo al sé multidimensionale siamo in grado di utilizzare una combinazione di tutte e quattro.

ONDE BETA

Le onde Beta rappresentano la capacità di elaborare coscientemente i pensieri. Trascorriamo la maggior parte dei momenti di veglia nelle onde Beta, in cui le onde cerebrali pulsano fra i 13 e i 90 cicli per secondo. In questo stato, l’attenzione è focalizzata sul mondo esterno di tutti i giorni. Siamo ampiamente focalizzati sull’attività logica e sequenziale dell’emisfero cerebrale sinistro, perché il cervello è intento nell’elaborazione di innumerevoli informazioni che arrivano attraverso i cinque sensi. Se tutte queste informazioni non fossero messe in un certo ordine, saremmo confusi e sopraffatti. La voce del nostro sé interiore può essere ancora udita debolmente, ma è come cercare di parlare a qualcuno in un aeroporto chiassoso e gremito. Potreste riuscire a sentire, ma è difficile capire quello che viene detto. Le onde Beta contribuiscono alla stimolazione di pensiero e azione. La maggior parte dell’educazione attuale è conformata alle onde beta ed è caratterizzata dal pensiero logico, analitico e intellettuale e dalla comunicazione scritta o verbale. Nella vita quotidiana le onde Beta sono predominanti. Senza di loro non saremmo in grado di funzionare nel mondo esterno.

ONDE ALFALe Onde

Le Onde Alfa hanno la capacità di fare da ponte tra la mente conscia e quella inconscia/superconscia, di avere un vivido immaginario e una consapevolezza rilassata e libera da pregiudizi. Quando ci rilassiamo completamente, scivoliamo nelle onde Alfa, che spaziano dagli 8 ai 12 cps. Le onde Alfa hanno una frequenza più lenta delle Beta, ma hanno un’ampiezza maggiore. Una persona che si prende del tempo per riflettere, meditare o staccare da un’attività, spesso è in uno stato alfa. Quando ci concentriamo intensamente su un pensiero, un’emozione o un’attività, abbiamo meno stimoli a elaborare e il cervello può andare nelle onde Alfa. Con la coscienza delle onde Alfa, non siamo limitati dal tempo e dallo spazio, come invece accade quando siamo nelle Onde Beta. Questo libera l’organizzazione logica e sequenziale dell’emisfero cerebrale sinistro e ci permette di accedere a quello destro più creativo e intuitivo.

L’emisfero destro pensa con immagini e suoni non limitati dal linguaggio umano. A causa di questo, i pensieri, le sensazioni e/o le attività di solito in natura sono creative come danzare, scrivere, guardare una bella commedia o ascoltare musica gradevole. Ora ci sono meno distrazioni ed è più facile udire la voce interiore. È in questo stato che abbiamo i momenti “A-ha”. Molti artisti, scienziati e atleti, consciamente o inconsciamente, vanno a uno stato Alfa per realizzare la loro ispirazione e miglior performance.

Le onde cerebrali Alfa contribuiscono a un problem solving creativo, a un apprendimento accelerato, a un miglioramento dell’umore e a una riduzione dello stress. Introspezioni intuitive, situazioni creative, ispirazione, motivazione e sogni ad occhi aperti caratterizzano le onde Alfa. Queste onde sono rilassate, pur essendo vigili, quindi forniscono un ponte tra le menti conscia, inconscia e/o superconscia.

Leggi il resto… »

SINTOMI E INDICI DI PARASSITI NELL’ORGANISMO
13th Dic, 2017 da Ananda Saraswati

“STITICHEZZA:.
L’alta concentrazione parassitaria, può scatenare una stipsi anche persistente.
DIARREA:
I parassiti possono produrre prostaglandine che rendono acquose le feci
GONFIORE DI PANCIA:
I parassiti che vivono nella parte alta dell’intestino tenue provocano infiammazione che crea aria in pancia e gonfiore. Il consumo di alcuni tipi di verdure possono intensificare questo gonfiore. Se avvertite un gonfiore frequente e duraturo, questo è il segnale della presenza parassiti.
COLON IRRITABILE:
I parassiti possono irritare le pareti interne dell’intestino infiammandole, impedendo così l’assorbimento delle sostanze nutrienti.
DOLORI MUSCOLARI E ARTICOLARI:
I parassiti girovagano nell’organismo e sono capaci di insediarsi nei muscoli e nelle articolazioni. Quando ciò avviene si forma il dolore che spesso i medici considerano infiammazione delle articolazioni (artrite).
ANEMIA:
Ci sono dei parassiti che sono capaci di aggrapparsi alle pareti interne dell’intestino e da questo traggono nutrimento. Se ce ne sono molti, e questo avviene spesso per la loro proliferazione, possono provocare una tale perdita di sangue all’ospite causando carenza di ferro o anemia.
ALLERGIE:
I parassiti irritano e talvolta lacerano la parete protettiva interna dell’intestino, la quale di conseguenza rilascia delle molecole non digerite. Così entra in azione il sistema immunitario che comincia a produrre più eosinofili che a sua volta crea un’infiammazione di alcuni tessuti provocando reazioni allergiche.
PROBLEMI DERMALI:
I parassiti possono provocare orticarie, pustole, eczema e altri disturbi della pelle di natura allergica. Possono verificarsi anche tumori, ferite e alterazioni pericolose.
GRANULOMA:
I granulomi sono dei noduli tumorali che circondano larve di parassiti morte. Nella maggior parte dei casi si formano nell’intestino, ma si possono formare anche nei polmoni, nel fegato nel peritoneo e nell’utero.
NERVOSISMO E IRASCIBILITA’:
Le sostanze tossiche provenienti dagli escrementi dei parassiti possono irritare il sistema nervoso centrale. L’irritabilità e il nervosismo spesso sono causati dai parassiti insediati nell’organismo ( Dopo la fine di una cura di pulizia a base di erbe molti affermano che i rispettivi compagni e parenti sono diventati molto più carini e pazienti
DISTURBI DEL SONNO:
Risvegli frequenti di notte, spesso fra le ore 2 e le ore 3, quando il fegato è impegnato ad eliminare dall’organismo le sostanze tossiche rilasciate dai parassiti. Un altro motivo può essere il prurito anale, il quale spesso è dovuto al fatto anche alcuni parassiti hanno l’abitudine di deporre le uova di notte all’esterno dell’ano.
DIGRIGNARE I DENTI:
Negli adulti e soprattutto nei bambini che dormono infettati da parassiti si nota il digrignare dei denti.
STANCHEZZA CRONICA:
Fra i sintomi della stanchezza cronica ci sono spossatezza, disturbi di carattere influenzale, svogliatezza, mancanza di concentrazione e cattiva memoria. I parassiti possono provocare questi problemi fisici e mentali per il fatto che sottraggono all’organismo i nutrienti, senza le quali non riesce a funzionare in maniera ottimale.
CAREZA DEL SISTEMA IMMUNE:
I parassiti riducono l’efficacia del sistema immunitario in quanto impediscono la separazione dell’immonuglobulina A (IgA).La loro presenza tiene in continuo stato di allerta il sistema di difesa, il quale a lungo termine si esaurisce per la continua pressione. Di conseguenza l’organismo non ha più la protezione contro batteri e virus.

Oltre a questi ci sono anche altri segnali spia o conseguenze dei parassiti: aumento di peso, eccessivo appetito, dimagrimento, sapore in bocca e alito cattivi, dolore intorno all’ombelico, battito accelerato del cuore, vista appannata soprattutto nel piegarsi e nell’alzarsi, prurito al naso o agli orecchi, salivazione notturna, diabete, asma, epilessia, brufoli, emicrania, e anche le due cause di morte principali, malattie del cuore e cancro.

La maggior parte degli specialisti è molto cauto e parla solo di una possibile relazione tra le malattie di massa e i parassiti. Ma ci sono anche dei dottori come il Dott. Hulda Clark, Ph.D, autore del libro Rimedio per tutti i tipi di cancro, il quale dimostra come tutti i tipi di cancro siano causati da un parassita (fasciolopsis buskii). Se il paziente viene liberato da questo, i tumori scompaiono. (Certo, subito ci chiediamo come sia possibile che ancora non abbiano scoperto la terapia se davvero si deve soltanto risalire a cause così semplici per guarire il cancro ?
ARGOMENTI IMPORTANTI E DELICATI , MOLTO DIFFICILI DA FAR CAPIRE PER LA LORO DELICATEZZA E PER TUTTO QUELLO CHE C’E’ DIETRO. MI SCUSO PER L’IMMAGINE VOLGARE ALLA QUALE HO ABBINATO QUESTO POST MA MI SERVE PER FARE IN MODO CHE TUTTI VOI CAPIATE L’IMPORTANZA DELLA COSA.
Un caro saluto a tutti”
Marco Corti

fhttp://www.metodomc.it/download/Guida-per-un-intestino-sano.pdf

Salva

Rinnovamento tessuti e organi umani – Un corpo nuovo in soli 365 giorni
28th Nov, 2017 da Ananda Saraswati

Entro il prossimo anno, il 95% delle cellule del vostro corpo morirà e verrà sostituito. In soli 365 giorni, il vostro corpo si auto-ricostruirà in qualcosa di meglio (o peggio), a seconda di quanto bene lo tratterete. Questo vale anche per dimostrare che siamo quello che mangiamo, e che quasi ogni cellula del corpo viene sostituita da nuove cellule a seconda dal cibo che si mangia. Ogni giorno è una nuova opportunità per costruire un corpo nuovo e più sano, in soli 365 giorni, quindi perché non iniziare oggi?

Cellule che viaggiano nel corpo umano

Le opzioni sono due:

  1. Si potrebbe ri-costruire il corpo sulla base di “cibi spazzatura” dolci, torte e pasticcini e piatti pronti surgelati o cibi in scatola.
  2. Si potrebbe ri-costruire il corpo sulla base di frutta e verdura fresche, noci e semi, legumi e prodotti come il kamut e la quinoa. Se volete veramente rendere ottimale il vostro corpo, optate per questa seconda opzione.

È anche importante notare che la frutta e verdura fresche miglioreranno la rigenerazione cellulare e infonderanno al corpo vitamine benefiche, minerali e antiossidanti, i quali ci aiuteranno a vivere più a lungo perché in maniera più sana.

 

Leggi il resto… »

Moltissimi Usi dell’Acqua Ossigenata
27th Nov, 2017 da Ananda Saraswati

L’acqua ossigenata, il cui nome scientifico è perossido di idrogeno, fu prodotta per la prima volta da Louis Jacques Thénard nel 1818. Si tratta di un composto chimico formato dall’unione di due atomi di idrogeno e due di ossigeno. A temperatura ambiente si presenta come un liquido incolore, viscoso e poco stabile. In commercio la troviamo in soluzione acquosa a diverse concentrazioni dette “volumi” cioè i litri di ossigeno che possono essere prodotti da un litro di acqua ossigenata. E’ possibile trovare soluzioni utilizzate come disinfettanti a 10-12 volumi, ma le concentrazioni possono arrivare fino a 130 volumi. Il motivo per cui non viene mai utilizzata pura è che può facilmente esplodere in quanto si decompone facilmente in acqua e ossigeno gassoso.

Oltre alle pulizie dentro casa, esistono usi ancora più specifici per l’igiene e la pulizia della persona. Usare l’acqua ossigenata,  in breve, è semplice, economico, veloce e pratico.Nella maggioranza delle ricette di seguito si usa sempre la normale acqua ossigenata al 3%
Questi sono alcuni degli effetti benefici dell’acqua ossigenata:

1 – Uccide i germi del cavo orale.

Tra gli usi dell’acqua ossigenata, uno dei più comuni riguarda l’igiene orale di denti e gengive. Bastano poche gocce della comune acqua ossigenata al 3% (per intenderci, quella che si acquista al supermercato) da diluire in un bicchiere d’acqua per fare sciacqui del cavo orale. Questo metodo è usato correntemente dai dentisti per disinfettare la bocca delicatamente dopo un intervento.

L’ulteriore vantaggio dell’uso dell’acqua ossigenata per denti e gengive è il suo facile risciacquo perché non è una sostanza che contiene tensioattivi schiumogeni come i collutori che si trovano in commercio.
2 – Schiarisce denti (usare un cucchiaino di acqua ossigenata diluita al 10% come un normale collutorio).Rimuove gradualmente il tartaro dai denti (inumidire lo spazzolino con alcune gocce d’acqua ossigenata ed usarlo normalmente, risciacquando la bocca alla fine).

Cura dei denti – Riempire un tappo di acqua ossigenata (il tappo bianco che viene fornito con la bottiglia) e tenete in bocca per 10 minuti per poi sputare. Non avrete afte e i denti saranno più bianchi. Se hai un terribile mal di denti e non hai possibilità di rivolgerti a un dentista subito, metti un tappo di perossido di idrogeno al 3% in bocca e tienilo per 10 minuti prima di sputare. Il dolore diminuirà notevolmente.


3 – Disinfetta lo spazzolino da denti evitando contaminazioni ad esempio di gengivite alle altre persone che vivono in casa e condividono lo stesso bagno dove, in genere, tutti gli spazzolini stanno “vicini vicini” (basta immergere lo spazzolino in un bicchiere contenete sufficiente acqua ossigenata).
Leggi il resto… »

L’uso dell’acqua secondo Ivan Neumyvakin
27th Nov, 2017 da Ananda Saraswati

Il professore Ivan Neumyvakin è ex-capo del programma di risanamento degli astronauti russi ovvero della medicina spaziale sovietica. Nei corso della sua attività ha creato un sistema di risanamento unico al mondo. Andato in pensione ha aperto una sua clinica privata in Russia dove riesce a curare anche malattie incurabili come sclerosi multipla e Parkinson attraverso il digiuno, erbe speciali e acqua “nutritiva”.

“Nella mia pratica parto dal presupposto che una persona che pesa 50-60 kg deve bere non meno di 1,5 litri, se ha delle malattie articolari, deve bere 2 litri, e chi pesa più di 70 kg deve bere non meno di 2 litri,

Da dove viene questo valore? In media, una persona di 70 kg evacua con l’urina circa 1 litro del liquido, e con le feci, 100 ml. Dalla superficie della pelle e con l’aria che si respira, si perdono altri 900 ml. Tutto insieme compone 2 litri d’acqua che vanno recuperati.

Dopo tre-sei mesi i malati che erano a letto si alzano,  vanno al mercato, iniziano ad essere autosufficienti. Il segreto è semplice: hanno saziato le cellule dell’acqua di cui si avvertiva la mancanza. La medicina non nota che l’acqua è il miglior elettrolita, è l’energia; senza l’acqua non funzionano i mitocondri, le stazioni idroelettriche che forniscono alla cellula l’energia.”

Leggi il resto… »

Cerchio Sacro Donne Sundari
6th Lug, 2017 da Ananda Saraswati

“Secondo un’antica profezia, giungerà il giorno in cui lo spirito femminile si risveglierà dal lungo letargo e lotterà per cancellare odio e distruzione e dare infine origine ad un mondo di pace e armonia.”
(Hernan Huarache Mamani)
Ogni mese al Centro Nirvaira si tiene il corso sul risvgelia della Shakti, Dea interiore e cerchio sacro delle donne con tematiche diverse.
La tematica di questo mese è “FITOTERAPIA PER LA SALUTE E BELLEZZA DELLA DONNA”
Il cerchio delle donne è uno spazio per mostrarci la nostra natura femminile, permettendo così di manifestare la nostra creatività, l’intuizione, la danza, i canti, la meditazione… tutto quello che dentro di noi non è ancora sbocciato. Uno spazio di ascolto a se stesse e ad altre donne che ci accompagnano per celebrare e risvegliare lo stato di Shakti, dea interiore e entrare in risonanza con la luna. Dai tempi antichi le donne si riunivano per gioire, condividere, crescere, aumentare la creatività, intuizione, consapevolezza, femminilità. Condividevano la loro saggezza, vitalità e l’innocenza, la misteriosa esperienza di essere una donna, trasmettendo la loro ricchezza in tutte le generazioni. Oggi, dopo migliaia di anni le donne si incontrano di nuovo nei cerchi per onorare la saggezza del passato. La spiritualità femminile riconosce e celebra i loro diritti come donne, attraverso le tradizioni sacre e ancestrali delle dee, miti, riti, meditazioni, visioni e saggezza, ci aiuta a mantenere la consapevolezza sul nostro potere interiore e la connessione al mondo transpersonale del Divino Femminile. Nel cerchio sacro delle donne abbracciamo le nostre differenze e gioiamo nella risveglio del nostro potere interiore.

“Shakti [la dea] è il creatore dell’universo,
E l’universo è il suo corpo affascinante;
Shakti è alla base dell’intero mondo;
Lei è la sostanza intima di ogni corpo.”
(Shaktisangama Tantra)
Per prenotare:3290771388

Conferenza: Feng Shui – L’arte di vivere in armonia
26th Mag, 2017 da Ananda Saraswati

Il Centro Yoga, Massaggi e Terapie Alternative Nirvaira vi invita alla conferenza, che si terrà domenica 4 giugno alle ore 17.00, sul tema:

Feng Shui – L’arte di vivere in armonia

Perché armonizzare la casa o attività

“La tua casa rappresenta il tuo corpo più  grande.
Cresce nel sole e dorme nel silenzio e non è senza  sogni…”
(Kahlil Gibran – Il Profeta)

Esseri umani dotati di grande saggezza, svilupparono anticamente delle scienze, pratiche ed estremamente efficaci, basate sulla profonda conoscenza e sul sapiente utilizzo di uno dei principi basilari della Creazione, “riscoperto” ai giorni nostri anche dalla fisica moderna: tutto ciò che esiste, che sia tangibile e visibile o meno, è energia vibrante.

Così come l’essere umano ha una sua energia individuale e una propria gamma di vibrazioni predominanti, più o meno armoniose, anche le abitazioni e i luoghi di lavoro, come pure i diversi punti dell’intero pianeta, hanno le loro peculiarità energetiche. Non a caso in certi luoghi, o con certi esseri, ci si sente subito a proprio agio, mentre da alcuni altri non vediamo l’ora di allontanarcene.

La combinazione e l’interazione tra il Chi (l’energia vitale universale, conosciuta nello Yoga come Prana) della casa e il Chi degli abitanti produce delle conseguenze a breve e a lungo termine.

L’ambiente influisce su: attività lavorative, prosperità economica, successo, carriera, relazioni con i propri cari e con gli amici, stati d’animo, pensieri, sentimenti e stato di salute, pertanto, affinché questi aspetti della vita siano in equilibrio e si manifestino armoniosamente, oltre al proprio campo energetico individuale (tramite la scienza millenaria dello Yoga e/o altre discipline spirituali autentiche), è altrettanto importante armonizzare il Chi del proprio ambiente.

La conferenza è aperta a tutti

Per info e contatti:3290771388

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

L’effetto del pezzetto di ghiaccio sul collo
27th Feb, 2017 da Ananda Saraswati

Possiamo ringiovanire il corpo con diverse tecniche orientali.

Una di queste è mettere un cubetto di ghiaccio (2,5 x 2,5 cm) alla nuca, nel punto Feng Fu (si trova nella fossetta dove la testa si unisce al collo) , prima della colazione e la sera prima di dormire. Fare gli intervalli di 2-3 giorni.

Gli esperti dicono che questo gesto banale fa meraviglie per la salute, ma anche lo stato d’animo. Se si mette il ghiaccio regolarmente il ringiovanimento viene attivato nel corpo. La malattia sembra scomparire e ti senti più energico e più felice.

Mettere un cubetto di ghiaccio al collo nel punto indicato nell’immagine. Questo è un trattamento alternativo agendo su un punto di agopuntura chiamato Feng Fu. Quando il cubetto si scioglierà, strofinare la nuca con un asciugamano. Nei primi giorni si potrebbe osservare il senso di euforia a causa della produzione delle endorfine.

Secondo le raccomandazioni che provengono dagli antichi cinesi nei primi 30 secondi sentirete freddo e non potrete tenere il ghiaccio sulla pelle. Col tempo, quel punto si riscalda (dopo 30 secondi). Questo trattamento con il cubo di ghiaccio ed è spesso usato come  trattamento alternativo per trattare problemi come le malattie cardiovascolari, malattie neurologiche, malattie respiratorie e disturbi gastrointestinali.

Mantenere il ghiaccio in quel punto per 20 minuti a questi effetti :

-Aumenta la qualità del sonno

-Migliora il benessere

-equilibra il coraggio

-allevia il raffreddore

-allevia il mal di testa e mal di denti

-aiuta a migliorare il fegato e malattie cardiovascolari

-aiuta nella sindrome premestruale

-aiuta nei problemi alla tiroide

-migliora l’umore

– aumenta il tono generale
– l’intestino funziona meglio

– i dolori articolari

………………………………………………………………

TUTTE LE INFORMAZIONI ED INDICAZIONI INSERITE NEL SITO, HANNO ESCLUSIVAMENTE SCOPO CONOSCITIVO E NON INTENDONO ASSOLUTAMENTE SOSTITUIRE IL PARERE MEDICO FONDAMENTALE NELLA SCELTA DI OGNI TIPO DI CURA CHE SI VOGLIA SEGUIRE.

In nessun caso saremo responsabili di qualsiasi eventuale danno causato dall’uso irresponsabile di queste informazioni.

Salva

Salva

BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
»  Motore: WP   »  Carrozzeria: Ahren Ahimsa
© Nirvaira