EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE


   
BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
Yoga Sutra di Patanjali (Samadhi)
1st Ago, 2017 da Ananda Saraswati


 
Parte 1
 
Samadhi: sulle Contemplazioni e Unione
1.1. Ora verrà esposta la disciplina dell’Unione (Yoga).
1.2. Unione è frenare i naturali flussi di pensiero della mente.
1.3. Così il testimone dimora nella sua propria natura.
1.4. In caso contrario, egli si identifica con i flussi di pensiero.
1.5. I flussi di pensiero sono cinque. Possono essere dolorosi o non dolorosi.
1.6. Essi sono: giusta conoscenza, falso sapere, immaginazione, sonno e memoria.
 

Leggi il resto… »

Alcune precisazioni da tener presenti circa i trattamenti Reiki
14th Mag, 2015 da Ananda Saraswati

0000y4h7

“Reiki è la saggezza combinata con l’energia
Ci connette alla Luce, ci stimola la crescita,
Ci bilancia dal punto di vista fisico e spirituale
Siamo in grado di guarire le ferite più profonde e possiamo far emergere il potenziale
che non conosciamo del nostro essere.
Reiki è il supporto per la salute ottimale del corpo.
È un veicolo per la nostra verità interiore che ci guida alla felicità, e la felicità non è altro che guarigione! ”
(Sensei Mikao Usui)

Il Reiki Tradizionale Usui è un metodo originario del Giappone, ma diffuso in tutto il mondo, di purificazione ed equilibrio delle energie del corpo umano. La parola giapponese Reiki è composta da due sillabe, REI e KI, che significano rispettivamente “energia universale” e “forza vitale”: in India, questa forza viene chiamata Prana, in Cina Ch’i (o Qi), in Giappone Ki appunto, in Egitto Ka, mentre nella tradizione cristiana è nota come Spirito Santo. Reiki quindi significa Energia Vitale Universale. Il Reiki rappresenta l’Energia Universale di origine Divina.
Il Reiki può essere usato nel trattamento di praticamente tutte le malattie e i disturbi conosciuti. Quando affiancato ad altre terapie naturali e/o allopatiche, ne migliora l’efficacia.
Secondo l’esperienza di chi lo pratica, il Reiki ha l’effetto di migliorare i risultati del trattamento medico globale, agendo in modo da ridurre gli effetti collaterali di eventuali farmaci, ridurre il tempo del trattamento, ridurre o eliminare il dolore, ridurre lo sforzo e contribuire ad aumentare un senso generale di ottimismo, che gioverà alla cura nel suo complesso.
Il Reiki, inoltre, può essere abbinato alla medicina tradizionale come pure ad altre medicine alternative che tengono in considerazione la salute della persona da un punto di vista olistico quali: Omeopatia, Fiori di Bach, Aromaterapia, Aurasoma, Medicina Ayurvedica, Cristalloterapia e Fitoterapia.
Secondo la tradizione fu Mikao Usui, nato in Giappone nel 1865, a sviluppare la pratica del Reiki così come la conosciamo al giorno d’oggi: tale abilità curativa si è manifestata in lui dopo tre settimane di digiuno e meditazione sul Monte Kurama. È bene ricordare e sottolineare quest’aspetto, giacché senza un’adeguata purificazione e preparazione del corpo fisico e delle strutture sottili dell’essere, la ricezione di tale iniziazione direttamente dal Divino non avrebbe potuto aver luogo. Per la stessa ragione, soprattutto prima di effettuare trattamenti su altre persone, i terapeuti e gli operatori Reiki dovrebbero purificare se stessi su tutti i livelli. Leggi il resto… »

BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
»  Motore: WP   »  Carrozzeria: Ahren Ahimsa
© Nirvaira