EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE


   
BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
“L’educazione della vera donna” di Mamani
1st Ago, 2017 da Ananda Saraswati

“In cosa consisteva, nel passato, l’educazione della vera donna?” domandò Kantu.
Osservando il suo volto, Mama Maru prese a spiegarle:
“Anticamente per imparare ad essere una vera donna si doveva ricevere un’iniziazione. La donna entrava da sola nel Tempio del Puma dove vi rimaneva per sette giorni e otto notti. Adagiata su una pietra del tempio assaporava la vera solitudine. Nell’oscurità più assoluta affrontava la sua paura dell’ignoto e, immersa nel silenzio più impenetrabile, cercava di conoscere la sua vera natura; e ti assicuro che è una battaglia difficilissima.
La lotta più dura da sostenere non è quella combattuta contro un avversario, uomo o donna che sia, ma quella sostenuta contro se stessi.
Lì, dove non percepiva il benché minimo rumore, la donna cominciava a udire i suoni emessi dal suo stesso corpo: il battito del cuore, i suoni sordi dei polmoni, del fegato, del pancreas, dell’intestino, dello stomaco, delle ovaie.
Ogni organo cominciava a intonare la propria musica: suoni mai uditi, mai ascoltati.
In quel ritiro assoluto, attraverso la meditazione, la riflessione e l’analisi di tutta la sua vita, la donna vinceva i propri timori, le proprie paure, fino a scoprire chi fosse realmente e che cosa fosse venuta a fare sulla terra. Colei che entrava nel Tempio del Puma ne usciva preparata, consapevole del proprio potere e della propria forza.
Così, persino la donna sterile poteva uscire in grado di concepire dei figli”.
Kantu ascoltava le parole dell’anziana curandera, cercava di cogliere il significato di ogni parola, di ogni gesto di quella donna, che aveva già percorso una parte del proprio cammino.
Con lo sguardo rivolto verso il fuoco, Mama Maru continuò:
“Ma per poter cominciare la sua iniziazione, la donna doveva prima superare una serie di prove che mitigassero il suo carattere per poter quindi imparare, nel Tempio, a controllare a poco a poco il proprio corpo e la propria mente.
Di tutto quel percorso, la lotta più grande che doveva affrontare era quella del controllo della mente. Lì dentro era continuamente assalita da paure e dubbi: doveva imparare ad avere fede, perché chi non ha fede in se stesso è perduto. Concentrata su se stessa, la donna ripercorreva con il ricordo tutto ciò che aveva fatto da quando era venuta al mondo. Per la prima volta in vita sua affrontava e giudicava se stessa. Rinchiusa in quel recinto la donna doveva imparare ad attraversare la porta dell’eternità senza timore. E se lo voleva davvero, ce la poteva fare.
Tutte le donne possono, è solo questione di volontà.
Una volta che avrai compreso la potenza che risiede dentro di te, potrai alzare la testa, guardare gli altri con amore e dolcezza e agire con serenità e determinazione”.
(Hernan Huarache Mamani, La profezia della curandera)

https://www.facebook.com/DeaShakti/

 

Salva

Conferenza: Feng Shui – L’arte di vivere in armonia
26th Mag, 2017 da Ananda Saraswati

Il Centro Yoga, Massaggi e Terapie Alternative Nirvaira vi invita alla conferenza, che si terrà domenica 4 giugno alle ore 17.00, sul tema:

Feng Shui – L’arte di vivere in armonia

Perché armonizzare la casa o attività

“La tua casa rappresenta il tuo corpo più  grande.
Cresce nel sole e dorme nel silenzio e non è senza  sogni…”
(Kahlil Gibran – Il Profeta)

Esseri umani dotati di grande saggezza, svilupparono anticamente delle scienze, pratiche ed estremamente efficaci, basate sulla profonda conoscenza e sul sapiente utilizzo di uno dei principi basilari della Creazione, “riscoperto” ai giorni nostri anche dalla fisica moderna: tutto ciò che esiste, che sia tangibile e visibile o meno, è energia vibrante.

Così come l’essere umano ha una sua energia individuale e una propria gamma di vibrazioni predominanti, più o meno armoniose, anche le abitazioni e i luoghi di lavoro, come pure i diversi punti dell’intero pianeta, hanno le loro peculiarità energetiche. Non a caso in certi luoghi, o con certi esseri, ci si sente subito a proprio agio, mentre da alcuni altri non vediamo l’ora di allontanarcene.

La combinazione e l’interazione tra il Chi (l’energia vitale universale, conosciuta nello Yoga come Prana) della casa e il Chi degli abitanti produce delle conseguenze a breve e a lungo termine.

L’ambiente influisce su: attività lavorative, prosperità economica, successo, carriera, relazioni con i propri cari e con gli amici, stati d’animo, pensieri, sentimenti e stato di salute, pertanto, affinché questi aspetti della vita siano in equilibrio e si manifestino armoniosamente, oltre al proprio campo energetico individuale (tramite la scienza millenaria dello Yoga e/o altre discipline spirituali autentiche), è altrettanto importante armonizzare il Chi del proprio ambiente.

La conferenza è aperta a tutti

Per info e contatti:3290771388

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Ai giovani
13th Ott, 2016 da Ananda Saraswati

educazione

Vi siete mai chiesti quale sia il senso dell’educazione? Perché andiamo a scuola, perché impariamo varie materie, perché facciamo esami e gareggiamo fra di noi per avere i voti migliori? Qual è il significato della cosiddetta educazione, qual è la sua vera funzione? Si tratta di un interrogativo realmente importante, non solo per gli studenti, ma anche per i genitori, per gli insegnanti e per chiunque ami questo nostro pianeta. Perché affrontiamo la lotta che il ricevere un’educazione comporta? E’ semplicemente allo scopo di superare qualche esame e trovare lavoro? Oppure la funzione dell’educazione è di prepararci, quando siamo giovani, a comprendere il processo della vita nella sua interezza? Avere un lavoro e guadagnarsi da vivere è necessario – ma è davvero tutto lì? E’ solo per quello che veniamo educati? Di certo la vita non è fatta soltanto di un lavoro, di un’occupazione. La vita è qualcosa di straordinariamente ampio e profondo, è un grande mistero, un vasto regno in cui agiamo in quanto esseri umani. Se ci prepariamo semplicemente a guadagnarci da vivere, non riusciremo a cogliere il senso della vita; e comprendere la vita è molto più importante che prepararsi per un esame o ottenere ottimi risultati in matematica, fisica e così via.

Dunque, in quanto insegnanti o allievi, non è importante domandarci perché educhiamo o veniamo educati? E qual è il significato della vita? Non è forse la vita una cosa straordinaria? Gli uccelli, i fiori, gli alberi in fiore, il cielo, le stelle, i fiumi e i pesci che ci vivono – tutto questo è vita. La vita sono i poveri e i ricchi; la vita è la perenne battaglia fra gruppi, razze e nazioni; la vita è meditazione; la vita è ciò che chiamiamo religione, ed è anche gli aspetti inafferrabili, nascosti, della mente – le invidie, le ambizioni, le passioni, le paure, le gratificazioni, le angosce.

 

Leggi il resto… »

BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
»  Motore: WP   »  Carrozzeria: Ahren Ahimsa
© Nirvaira