EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE


   
BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
GEOBIOLOGIA, NODI “DI HARTMANN”, “DI CURRY” ED ALTRO
7th Giu, 2018 da Ananda Saraswati

 

 

“Tutto è energia e tutto vibra.”

La Geobiologia  studia i rapporti reciproci tra ambiente ed esseri viventi, in particolare studia le influenze delle e missioni elettromagnetiche del suolo,la presenza e la nocività dei Campi Energetici Reticolari che avvolgono la superficie terrestre con strette maglie di pochi metri,di quelle provenienti dallo spazio e di quelle artificiali sullo stato di benessere dell’uomo.
“Le antiche popolazioni di tutto il mondo, Egizi e Cinesi, Etruschi e Maya, Celti ed aborigeni australiani, hanno sempre considerato fondamentale la conoscenza del luogo in cui abitare ed edificare : lo studio empirico e rabdomantico, l’osservazione di piante ed animali, la trasmissione di tradizioni antiche, costituiva il corpus della GEOMANZIA.
La Terra era considerata un organismo vivente in grado di influire profondamente sul benessere e sulla salute dei suoi
abitatori. Prima di costruire una città i Romani facevano pascolare un gregge per un anno sul luogo prescelto, poi uccidevano le pecore ed osservavano il loro fegato. Se era sano il luogo andava bene, se presentava alterazioni
cercavano un altro luogo. Gli aruspici etruschi, per delimitare il luogo di costruzione di un tempio o di una città, usavano il lituo, un bastone ricurvo praticamente uguale a quello che possiamo vedere in mano ai faraoni egizi.” (Maurizio Andorlini)

Vitruvio, nel “De Architectura” racconta che prima di edificare una casa o una città i romani lasciavano pascolare sul terreno scelto un gregge di pecore per poi esaminarne le interiora. Oggi si sa che queste pratiche che sanno di magia hanno una base reale. La terra, già immersa in un vasto campo di radiazione naturale, indispensabile per lo svolgersi della vita, produce essa stessa delle radiazioni; se in un luogo queste sono in eccesso, ne risentirà il funzionamento del fegato, che, regolando e filtrando il sangue, è la prima barriera che il corpo oppone ai raggi tellurici.

Si tratta soprattutto del reticolo energetico parallelo al Nord Magnetico, detto di Hartmann, con maglie di 2 metri verso Nord/Sud e 2 m 50 verso Est/Ovest, con le “pareti” larghe 21 centimetri, e del reticolo energetico diagonale al Nord magnetico, detto di Curry (dall’ing. Manfred Curry, austriaco, che lo ha studiato per primo in modo particolare) con maglie più variabili in un intorno dei 3m 50 per 3, 50, con le “pareti” larghe circa 40 centimetri.
I reticoli energetici nell’antichità erano usati come “guida” per le costruzioni sacre, usavano cosi l’energia che si crea.
I Campi Energetici Reticolari che avvolgono la superficie del pianeta da qualche centinaio di metri sottoterra fino alla ionosfera creano “pareti” energetiche verticali e perpendicolari. Queste onde si incrociano nei punti di massima intensità,”nodi”.

 

E’ accertato che i punti di massima intensità dei reticoli energetici parallelo al Nord, detto di Hartmann, e diagonale al Nord, detto di Curry, possono nuocere gravemente, nel senso di creare punti di focalizzazione nel nostro corpo.
Si comportano perciò come radiazioni localizzate.
E’ importante disporre l’arredamento, e soprattutto i letti, in zone in cui non sono presenti questi nodi dei reticoli energetici e quelle dovute alla geologia e  all’idrogeologia.

Con in termine “geopatologia” si intende lo studio degli effetti patogeni che le irradiazioni provenienti dal sottos
uolo hanno sulla salute (umana, degli animali e delle piante), la patologia determinata da queste influenze  elettromagnetiche è detta geopatia. Le geopatie possono essere testate e misurate con la Radiestesia.

Le geopatie dal punto di vista puramente fisico sono disturbi o patologie causate da radiazioni naturali  o artificiali
Principalmente si parla di geopatie quando un ambiente (es: abitazione, luogo di lavoro…) è influenzato da fenomeni sotterranei che si sviluppano anche a centinaia di metri dalla superfice:falde, faglie, corsi d’acqua sotteranea.
La faglia è una frattura della roccia con relativo movimento verticale od orizzontale delle due masse rocciose.

Falda acquifera (o falda idrica)è una zona di rocce permeabili dove è presente acqua in grado di fluire per effetto della forza di gravità.La parola falda, che deriva dal termine tedesco falte, che vuol dire piega, indica un deposito idrico tra gli strati (pieghe) del terreno.

I corsi d’acqua sotterranei, soprattutto durante il sonno notturno, influenzano fortemente la salute di chi vi dorme al di sopra.

In Cina da secoli si seguono le norme dettate dal  FENG SHUI, un’arte millenaria che unisce la geomanzia, l’astrologia e
la scienza delle costruzioni: una delle norme basilari del Feng Shui era il divieto di costruire sulle “vene del drago”, cioè sui corsi d’acqua sotterranei. I nostri antenati non sapevano (scientificamente) perché, ma sapevano che, costruendo secondo norme precise, la città, la casa, il tempio sarebbero stati fonte di benessere per gli uomini.

Dal punto di vista energetico-vibrazionale gli ambienti in cui si passano molte ore della vita, soprattutto se edifici costruiti in pietra, assorbono le emozioni e i pensieri delle persone, registrando tutto, dette anche “memorie dei muri”, ovvero , essendo tutto energia, rimangono le informazioni degli vecchi abitanti memorizzati nei muri della casa, questa cosa può portare diverse situazione negative, malattie, eventi strani, conflitti etc.

Leggi il resto… »

Radiestesia
18th Feb, 2018 da Ananda Saraswati

Il Fenomeno radiestesico consiste in una interazione tra le radiazioni emesse dall’oggetto in studio e particolari contri recettori esistenti nell’organismo dell’operatore. Lo stimolo fisico, prodotto da queste radiazioni sulla cute e sugli organi di senso, tradotto in stimolo elettrico dall’apparato nervoso, agisce sui centri cerebrali, i quali, a loro volta, agiscono sui muscoli dell’operatore. Costui inconsciamente aziona il pendolo, che funge così da rilevatore della microattività neuromuscolare”

(Prof. Dott. Fernando Bortone)

 

 

La parola “radioestesia” ha un significato composto. La prima parte deriva dal Latino radius (raggio, sensibilità), la seconda dal greco aestheses (percezione, sensibilità), e si riferisce all’uso di strumenti per captare e misurare energie e vibrazioni.
Radiestesia significa sensibilità al raggio.
La radioestesia o radiestesia è la facoltà del corpo umano di percepire la radiazione elettromagnetica.
Essa permette trovare sorgenti d’acqua, fonti sotterranei di metalli, petrolio, gemme, oggetti nascosti e anomalie della crosta terrestre e / o zone patogene con utensili appositamente preparati in legno, metallo (filo di rame, acciaio, argento). La persona che  la pratica è chiamata operatore radioestesista.
La radioestesia è un fenomeno in cui un sistema vivente (vegetale, animale, umano, ecc) riceve un segnale infoenergetico e reagisce alla decodifica del segnale, attraverso la sensazione o movimento.

E’ un metodo di indagine bioenergetica sulle cause invisibile di un problema e da la possibilità di intervenire.In quanta se la causa non è eliminata, il problema si manifesterà di nuovo.
Con l’aiuto degli strumenti speciali, possono essere trovate gli organi in squilibrio o con affezioni.La Radioestezia utilizza alcuni indicatori, che misurano le vibrazioni del corpo.
Essa è uno strumento di auto-conoscenza e auto-sviluppo è lo strumento con il quale otteniamo informazioni .
 
Inoltre con uno strumento appostito, il corpo umano può essere studiato per misurare  la salute di vari organi. Di solito, chi usa la radioestesia è un bioenergetico. Secondo la radiestesia tutte le malattie, organi e rimedi hanno una frequenza vibratoria speciale. Possono essere espressi in valori numerici. Probabilmente ti chiedi quanto siano verificabili queste misurazioni. La storia mostra che hanno un’accuratezza molto elevata e dipende sempre dall’esperienza  e capacità dell’operatore.

Leggi il resto… »

Il sesamo e alcuni suoi benefici
25th Feb, 2016 da Ananda Saraswati

sesame-seeds

In India, il sesamo è utilizzato nei villaggi per le occasioni di buon auspicio, rituali e cerimonie di matrimonio a causa della sua importanza religiosa e mitologica, e si suppone che protegge dagli spiriti cattivi .

Tipi di sesamo
Oltre al suo significato religioso, il sesamo è usato come una medicina. In Ayurveda, è considerato un farmaco estremamente vantaggioso e forte. Ed è di tre tipi: 1. sesamo nero 2. sesamo bianco 3. sesamo rosso. Leggi il resto… »

BIORISONANZA ELETTROMAGNETICA
15th Apr, 2012 da Ananda Saraswati

“Il corpo umano è stato osservato attraverso la lente della fisica quantistica e gli Scienziati hanno scoperto che è molto più di una macchina che risponde a leggi biochimiche. Le nostre cellule infatti sono trasmettitori e ricettori di informazioni e controllano la nostra salute in un modo che non avremmo mai ritenuto possibile …e se avessimo gli strumenti scientifici non solo per spiegare certi fenomeni, ma anche per dare avvio a “processi di cura miracolosi”?
(Tratto da: “The Living Matrix”, Ed. Mylife)

La “Medicina Quantistica” interpreta la persona nel suo insieme di corpo, mente e spirito.
Per la bioenergetica quantistica l’essere umano non viene considerato come un soggetto portatore di un problema di salute fisico , un malato , ma come una unità Mente-Corpo, che ha perso la sua integrità e dividendosi in entità separate sviluppa una sintomatologia, un “dolore”, un “disagio”, che gli ricorda che deve fermarsi e cambiare indirizzo per riconnettersi. In altri termini lo stato di malattia è una inibizione dei processi di auto guarigione/difesa dell’organismo/persona. La Medicina Quantistica fa quindi parte delle Medicine Olistiche ma si avvale anche di nozioni e tecnologie di avanguardia.
L’uomo e la natura sono costituiti di energia e materia. La materia è frequenza elettromagnetica condensata: tutti i corpi emettono frequenze (energia) e possono anche riceverle. Tutte le cellule del corpo umano grazie al loro DNA che funziona come un trasmettitore-ricevitore (la struttura elicoidale del DNA consente la sua funzione di “indotto” come la bobina dei motori elettrici), sono in continua connessione elettrica e modificano sé stesse a seconda delle informazioni ricevute. Le informazioni sono così in ogni momento presenti nei tessuti interstiziali variando continuamente, influenzando i metabolismi cellulari. È possibile attraverso gli strumenti di misurazione frequenziali-quantistici, fare un’“analisi olistica” dello stato di salute della persona. Il corpo umano è l’aggregato di un gran numero di cellule che sono in crescita continua, sviluppo, differenziazione, rigenerazione e apoptosi, e le cellule costantemente si rinnovano.
Le 25 milioni di cellule sono divise in un secondo nel corpo di un adulto e le cellule del sangue si rinnovano costantemente alla velocità di circa 100 milioni al minuto. Nel processo di divisione e crescita cellulare, i nuclei atomici e gli elettroni al di fuori del nucleo che costituiscono gli atomi come unità di base della cellula, sono in constante movimento e cambiamento ad alta velocità, emettendo costantemente onde elettromagnetiche.
I segnali delle onde elettromagnetiche emessi dal corpo umano rappresentano lo stato energetico specifico del corpo e questi segnali mostrano lo stato di salute, o di possibili squilibri nel corpo, blocchi, carenze etc. Se siamo in grado di determinare questi specifici segnali di onde elettromagnetiche, possiamo determinare lo stato vitale del corpo.
La “Medicina Quantistica” ritiene che la ragione più fondamentale per ammalarsi sia che la rotazione degli elettroni al di fuori del nucleo atomico e l’orbita cambiano, quindi causando il cambiamento degli atomi, il cambiamento di piccole biomolecole, il cambiamento di grandi biomolecole, il cambiamento di tutte le cellule e infine il cambiamento degli organi.
Siccome l’elettrone è un corpo carico, quando la rotazione degli elettroni all’esterno del nucleo atomico e il cambiamento dell’orbita, l’onda elettromagnetica emessa dagli atomi cambierà.
Ad esempio, le cellule tumorali sono diverse da cellule normali, e anche le onde elettromagnetiche emesse dalle cellule tumorali diverse dalle onde elettromagnetiche emesse dalle cellule normali. È simile al principio di ascoltare la trasmissione da radio, ci si può sintonizzare su diverse frequenze, in questo caso l’apparecchio misura l’energia delle persona, le sue frequenze.

Poiché tutti i processi vitali sono regolati da oscillazioni elettromagnetiche, da cui dipendono poi i processi molecolari e quelli biochimici, la malattia può essere vista come un insieme di oscillazioni “malate” che conducono a regolazioni errate: come già detto la malattia, prima di manifestarsi in sintomi evidenti, può essere registrata come un disturbo delle oscillazioni frequenziali fisiologiche, disturbo sul quale si può intervenire tramite la contro regolazione o il potenziamento. 

Le cause di un problema di salute possono essere diverse: fattori genetici epigenetici, congeniti, ambientali, sociali e individuali, parassitosi energetica/fisica, programmi negativi, programmi karmici, alimentazione etc. La prevenzione è utile per prevenire anche in assenza di sintomi o patologie organiche. Con riequilibrio energetico, alimentazione e stile di vita armonioso, eliminazione dei programmi nocivi si può armonizzare l’essere umano su diversi livelli: livello fisico, mentale/razionale, emozionale ed energetico. Si agisce sulla causa che ha creato il blocco energetico. Lo squilibrio è una mancata risposta delle nostre cellule, è un blocco o un’alterazione del campo elettrico ed elettromagnetico cellulare e non è quasi mai localizzato e circoscritto.

Analizzatore di Risonanza Elettromagnetica – È un Sistema di scansione computerizzata del campo elettromagnetico vitale personale e delle sue correlazioni con le proprie condizioni psicofisiche.

Tramite l’apposita impugnatura, i sensori dell’Analizzatore di BioRisonanza Elettromagnetica raccolgono lo spettro delle frequenze generate dalle deboli emissioni elettromagnetiche prodotte dal corpo umano.
Lo strumento amplifica poi tali frequenze, che sono uno specchio delle condizioni psicofisiche del soggetto e, mediante un trattamento informatico le scompone tramite il metodo di Fourier(*) e le analizza comparandole con un set predefinito di frequenze correlate a condizioni di malattia e condizioni standard di salute.
Ci sono circa 30 schede che rilevano lo stato vibrazionale e di salute degli organi, delle ossa, del cervello. Si rilevano: le allergie, i metalli presenti nel corpo, il livello di minerali e vitamine; le intossicazioni di vario genere; lo stato di salute dei sistemi (nervoso, linfatico, muscolare, respiratorio, circolatorio, etc.) , patologie degenerative.
Squilibri del sistema neurovegetativo e stress, sistema digestivo, cutaneo; vaginite; problemi di invecchiamento e deterioramento psico-fisico ed altro.
In base ai risultati di tale comparazione, il software fornisce un responso analitico sullo stato di salute generale e sui principali problemi con cui la persona analizzata si confronta, fornendo anche una serie di informazioni e consigli di base per un trattamento preventivo naturopatico vibrazionale, radiestesico e radionico, reiki, trattamenti energetici, rimedi vibrazionali.

 

(*) L’analisi di Fourier permette di caratterizzare le frequenze di un segnale periodico; l’insieme delle frequenze viene chiamato spettro del segnale. La scoperta di questa scomposizione spettrale risale al diciannovesimo secolo: Joseph Fourier scoprì un metodo matematico d’analisi dei fenomeni periodici complessi, utilizzato dai fisici sotto il nome di “scomposizione in serie di Fourier” o “analisi spettrale”. Fourier ha avuto l’idea di scomposizione in serie trigonometriche per risolvere l’equazione del calore: una funzione periodica reale f, continua e di periodo T può essere scomposta in una somma ponderata di funzioni sinusoidali semplici.

Una caratteristica di un suono (come pure di un’onda elettromagnetica) è la frequenza, è espressa in Hertz (Hz) ed è direttamente legata all’acuità del suono, rappresenta l’inverso del tempo (f=1/t) Una frequenza bassa corrisponde a un suono grave, una frequenza elevata a un suono acuto.

L’ampiezza è un’altra caratteristica importante di un’onda. Un suono può essere forte o debole, l’intensità percepita dipende, tra l’altro, dall’ampiezza. L’ampiezza corrisponde alle variazioni di pressione dell’onda.

Ogni segnale periodico può decomporsi in una somma di due segnali sinusoidali di frequenze e ampiezze stabili (decomposizione in serie di Fourier). L’analisi temporale di un segnale che usa il metodo di Fourier, o analisi spettrale, permette di mettere in evidenza le componenti principali di un segnale. Nel mondo musicale, l’analisi spettrale permette di riconoscere i diversi strumenti: ogni strumento musicale possiede una tonalità particolare.

Si può “vedere” il suono, che non è altro che un movimento di materia. Le frequenze di risonanza in particolare sono molto caratteristiche. Tipicamente, per una corda di chitarra, una vibrazione (o oscillazione) di risonanza si caratterizza sulla corda con una successione di ventri e di nodi di vibrazione, cioè di punti dove le vibrazioni hanno un’elongazione rispettivamente massima o nulla.

Il suono emesso da un diapason (il “LA” a 440 Hz) corrisponde a un suono puro. Quello della chitarra comporta qualche armonica. Lo spettro di un cimbalo è molto più complesso. Quando si studia un segnale, per esempio un suono, lo spettro ci permette di determinare le caratteristiche del segnale: frequenza ed intensità.

Nel caso del Sole o dei corpi celesti che si trovano a milioni di chilometri, ma anche di un corpo umano, come si può “vedere l’interno”? Bisogna “ascoltare”, non soltanto cercare di vedere, e utilizzare le emissioni elettromagnetiche. La luce permette di esplorare la superficie di un oggetto, non penetra molto in profondità, il suono o, in questi casi, l’emissione elettromagnetica, fornisce informazioni sugli strati più profondi, si propaga naturalmente dall’interno dell’oggetto.

Per info e prenotazioni contattaci

Le informazioni ivi contenute e nell’analisi  non vanno in alcun modo considerate un sostituto dell’assistenza fornita da un medico professionista.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

La Meditazione
22nd Set, 2011 da Ananda Saraswati

La meditazione è una pratica che porta a conoscere se stessi,elimina l’agitazione mentale e le tensioni interiori.

I momenti più propizi per la pratica della meditazione sono prima dell’alba e la sera, prima di addormentarsi.

Tenendo conto però dei ritmi della vita moderna, possiamo dire che ogni momento è quello giusto.

La durata minima di una meditazione è di 20 minuti, due volte al giorno.

E’ importante evitare di praticare la meditazione se si è stanchi o esausti. Leggi il resto… »

BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
»  Motore: WP   »  Carrozzeria: Ahren Ahimsa
© Nirvaira