EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE


   
BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
Medico americano rivela un potente antibiotico naturale
24th Mar, 2016 da Ananda Saraswati

28244184-still-life-di-cipolla-aglio-zenzero-e-peperoncino-rosso-isolato-su-bianco

Il famoso medico americano Richard Schulze ha rivelato il segreto del più potente antibiotico naturale che tratta in modo efficace una serie di condizioni di salute.

Si prepara in una forma di tonico, e come tutte le tinture, ha effetti estremamente potenti. Come è noto, le parti migliori e le proprietà delle erbe e le piante vengono mantenute in tinture. Tuttavia, esse sono molto forti e si dovrebbe sempre usarle con cautela.

Leggi il resto… »

IL DIAMANTE DELLA SALUTE
4th Dic, 2014 da Ananda Saraswati

nirvaira shiunghite Shunghite – pietra con proprietà curative

E’ una roccia specifica simile al carbone, il nome è dato dal paesino Shunga in Karelia, è l’unico posto sulla terra dove si trova. E’ un buono conduttore di elettricità e resistenza chimica. Grazie alla sua composizione, ha effetti battericidi. Le sue proprità si conoscono da tre secoli. Nel 17 secolo la regina Marfa Ivanonva essendo malata e perdendo i figli, i paesani le hanno dato acqua con questa pietra, era guarita e ha avuto in seguito anche un figlio.Più tardi si sono scoperte le proprietà utili per fegato, contro l’anemia. Contiene fullerene e tutti gli elementi della tabella di Mendeleev. Attraverso l’interazione con l’uomo la shunghite elimina quello che non serve più e riequilibra gli elementi di cui l’organismo ha bisogno, permettendo l’equilibrio energetico, utile per diverse malattie. Leggi il resto… »

Rame – proprietà e utilizzi
27th Mar, 2012 da Ananda Saraswati

Il rame, anche se presente in tracce, è un metallo essenziale per la crescita e lo sviluppo del corpo umano. Il rame si trova un po’ ovunque nel corpo. Gioca un ruolo importante all’interno del metabolismo, dalle normali attività cerebrali, nervose e cardiovascolari, al trasporto del ferro, alla protezione delle cellule contro l’ossidazione. Il rame rafforza le ossa e assicura il funzionamento del sistema immunitario. Si ritrova negli enzimi e, una volta assunto attraverso il cibo e l’acqua, viene assorbito dallo stomaco e dal primo tratto intestinale per poi passare nel sangue legandosi ad una proteina, la ceruloplasmina, ed essere infine portato verso il fegato, da dove viene distribuito ai vari organi. Il fegato, che svolge la funzione di regolare il contenuto di rame nel corpo umano attraverso un processo chiamato omeostasi, presenta una delle maggiori concentrazioni di rame nel corpo umano. Il rame interviene nella formazione e nel mantenimento della mielina (lo strato protettivo che copre i neuroni); enzimi a base di rame intervengono nella sintesi dei neurotrasmettitori (messaggeri chimici che permettono le comunicazioni attraverso le cellule nervose). Il rame combatte l’ossidazione cellulare, neutralizza i radicali liberi ed è importante anche per la pelle e lo scheletro perché interviene nella formazione del collagene (proteina principale che si trova nella pelle e nelle ossa). Rafforza le funzionalità del sistema immunitario, del cuore e dei vasi sanguigni, influenza il metabolismo del colesterolo e del glucosio ed é necessario durante la gravidanza e l’allattamento. Il rame è benefico in caso di dolori reumatici e artrite. Contrasta i disordini intestinali e stimola il metabolismo. Attenua stati febbrili e infiammatori, scioglie i crampi. Fortifica il sistema immunitario e ha un’azione disintossicante. Eccellente conduttore di energia. Invia e amplifica pensieri di equilibrio psico-fisico.

Noto come metallo portafortuna è usato per portare energia positiva nell’aura bioenergetica. Interviene sugli stati emotivi, bilanciandoli e agisce sulla capacità di auto-accettazione, importante per il processo di crescita spirituale. Favorisce il rilascio di risentimento e rabbia. Stimola l’attività onirica, sviluppa la fantasia, favorisce il senso dell’estetica e della bellezza. La tradizione lo associa al pianeta Venere e come tale rafforza il senso di giustizia e l’amore verso tutti gli esseri viventi. Ideale per scaricare gli eccessi di tensione su un punto dolente e sovraccarico di energia. Può essere usato tra un chakra e l’altro come conduttore, per il collegamento energetico tra i chakra equilibrandone il flusso. Equilibra le polarità del corpo e agisce in maniera benefica sui chakra.

Le pepite di rame aumentano il desiderio, la sessualità e la vitalità. Queste energie possono essere canalizzate per migliorare la propria crescita personale e aiutare a riconoscere gli ostacoli sul proprio cammino.

Si possono usare due tipi di bracciali in rame:

I. I famosi bracciali in rame magnetici, considerati dai loro costruttori una sorta di panacea universale, in grado di prevenire molte patologie: prevengono e curano i dolori reumatici, artritici e i dolori muscolari in genere. Il bracciale in rame ha proprietà stimolanti su tutto il fisico e sulla psiche e respinge le onde vibrazionali negative.

I consigli che vengono dati riguardo l’uso di questi bracciali sono:

  1. Le due estremità del bracciale non devono mai venire in permanente contatto, altrimenti il circuito attivo verrebbe interrotto.
  2. E’ necessario portare il bracciale notte e giorno.
  3. Il contatto con la pelle può intaccare la parte interna del bracciale a causa dello scambio di energia. Perciò esso va tenuto pulito.
  4. Una leggera traccia di colore verde al polso, nel punto di contatto, è il chiaro segno dell’azione attiva del metallo.
  5. Va periodicamente “scaricato”, passandolo sotto l’acqua corrente e mettendolo sulla terra di un vaso in cui vi sia una pianta. Possiamo indossare anche anelli, orecchini e ciondoli in rame per beneficiare delle sue proprietà.

II. Bracciali in rame che invece devono essere chiusi: portati giorno e notte sono utili per contrastare le onde psicotroniche emesse nell’ambito del progetto HAARP.

Dal punto di vista Feng Shui, è bene tenere sotto il letto una spirale in rame per armonizzare le energie e come protezione sia contro l’inquinamento da onde elettromagnetiche che dai cosiddetti “nodi Hartmann”.

Come ben sanno i radioestesisti i nodi Hartmann sono pericolosi. La teoria del Professor Ernst Hartmann (1915-1992) riguarda delle radiazioni che proverrebbero dal sottosuolo terrestre, poi meglio definito come un reticolo magnetico nocivo per la salute soprattutto nei punti di incrocio delle “maglie”, che avrebbero una dimensione di 2,5 metri per 2 con direzione nord-sud. La pericolosità di questi incroci sarebbe ulteriormente accentuata in presenza di una falda acquifera oppure di materiali ferrosi nel sottosuolo. Dalle dimensioni del quadrante di questo reticolo capite quindi che è molto probabile che un letto matrimoniale sia posizionato sopra uno di questi nodi patogeni,e che dormirci sopra non sarebbe affatto salutare, soprattutto se la struttura del letto è in ferro, materia che amplificherebbe gli effetti nocivi.

Quindi insonnia, mal di testa, dolori articolari, nervosismo, malesseri generali, potrebbero benissimo essere spiegati con il sostare per lungo tempo, magari nelle ore di sonno oppure sul divano o sui luoghi di lavoro (scrivania), in corrispondenza di un nodo patogeno altrimenti chiamato anche “nodo cancro”. Secondo le teorie di Hartmann, se si sosta per lungo tempo sopra un nodo,potrebbe causare il cancro. Le conseguenze dello stazionare sopra un nodo patogeno o nei pressi di una apparecchiatura emanante onde elettromagnetiche (grandi antenne ricetrasmittenti, telefonia,alta tensione, forni a microonde ecc…) sono gli stessii effetti nocivi di questi incroci pericolosi che erano conosciuti anche dagli antichi romani, che provvedevano a edificare i loro templi in modo da evitare nodi pericolosi nei punti nevralgici della costruzione.

Anche le piante se potessero eviterebbero di nascere sopra un nodo di Hartmann e bene che anche le piante da appartamento non siano messe su questi punti (soprattutto se muoiono subito è segno che sono sui nodi Hartamann). Nel mondo animale è possibile notare dei comportamenti che sono collegabili alla rete patogena. I gatti, le formiche, le termiti sono animali che sentono i nodi di Hartmann. Il cane invece è tutto il contrario, non vuole stare su quei nodi, oppure se sta si ammala.

Di qui la necessità di correre ai ripari progettando abitazioni in luoghi non radianti, e, dove vi sia già la costruzione, eseguendo mappature dettagliate della posizione dei nodi di Hartmann più patogeni al fine o di spostare la posizione del letto e della scrivanie al di fuori delle zone a rischio, o di schermare i punti cancro per mezzo di tappetini di sughero e rame (anche se non abbiamo individuato i nodi, è bene avere la spirale di rame sotto il letto).

Il rame può essere usato in casa come abbiamo visto, sul corpo come anelli, bracciali, orecchini, ciondoli e internamente sotto forma di  colloide.

Ganoderma lucidum
20th Nov, 2011 da Ananda Saraswati

Conosciuto come Reishi o Ling Zhi, è un fungo diffuso nelle zone con clima tropicale  e temperato, la sua diffusione è determinata dalla presenza di alcuni alberi  sui quali  cresce. Ling Zhi in cinese significa “erba della potenza spirituale”, ed è stato anche descritto come  il “fungo dell’immortalità”. E ‘usato in Giappone e in Cina da oltre 4.000 anni: questo lo rende uno dei più antichi funghi utilizzati dalla medicina. Nelle  antiche  scritture mediche asiatiche, questo fungo è posto in cima all’ordine di importanza in fitoterapia,  anche prima del Ginseng, un dato confermato dalle moderne ricerche, che mostrano come il Ganoderma Lucidum sia un fungo dagli effetti miracolosi per la salute umana. Il Ganoderma Lucidum è l’unica fonte conosciuta di un gruppo di acidi triterpenici chiamati ganoderici, che hanno una composizione simile agli ormoni steroidei. Gli studi dimostrano che gli acidi ganoderici  aiutano a curare le allergie, migliorano l’ossigenazione del corpo e le funzioni del fegato.

Leggi il resto… »

BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
»  Motore: WP   »  Carrozzeria: Ahren Ahimsa
© Nirvaira