EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE


   
BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
Seminario teorico pratico di Psicocibernetica e altre tecniche mentali
3rd Mag, 2017 da Ananda Saraswati

index

Presso Centro yoga, massaggi e terapie alternatve Nirvaira si terrà il seminario di  Psicocibernetica e altre tecniche mentali il 14 maggio alle 17 00.
Tecniche mentali con benefici come:
-eliminare lo stress
-usare il potenziale mentale
– rilassamento e l’abbassamento dei vissuti di ansia;
• il miglioramento della qualità del sonno;

• la capacità di rispondere agli eventi stressanti con azioni positive e di compensazione;

• il miglioramento dei vissuti negativi generati dalla presenza di difetti fisici o di malattie;

• lo sviluppo di un atteggiamento positivo di ricerca di soluzioni ai problemi basato su ll’uso dell’immaginazione creativa come chiave del funzionamento del servo-meccanismo di successo;

• la ristrutturazione dell’immagine di sé e la sua riprogrammazione per il successo e per il benessere;

• il miglioramento dell’accettazione di sé e dell’autostima;

• il riconoscimento anticipato di situazioni di pericolo o di fallimento;

• la destrutturazione di auto-valutazioni negative sbloccando i servo-meccanismi orientati al fallimento e al pessimismo e ricucendo alcune cicatrici emotive;

• il controllo delle emozioni eccessive (timidezza, rabbia, aggressività) che possono causare delle difficoltà nelle relazioni interpersonali o dei problemi di somatizzazioni.

La Psicocibernetica aiuta a programmare cambiamenti positivi in rapporto a numerose abitudini comportamentali, favorendo lo sviluppo di uno stile di vita positivo (alimentazione, attività fisica, relazioni sociali, abitudini lavorative).

Per info e prenotazioni:3290771388

Salva

Salva

Alcune precisazioni da tener presenti circa i trattamenti Reiki
14th Mag, 2015 da Ananda Saraswati

0000y4h7

“Reiki è la saggezza combinata con l’energia
Ci connette alla Luce, ci stimola la crescita,
Ci bilancia dal punto di vista fisico e spirituale
Siamo in grado di guarire le ferite più profonde e possiamo far emergere il potenziale
che non conosciamo del nostro essere.
Reiki è il supporto per la salute ottimale del corpo.
È un veicolo per la nostra verità interiore che ci guida alla felicità, e la felicità non è altro che guarigione! ”
(Sensei Mikao Usui)

Il Reiki Tradizionale Usui è un metodo originario del Giappone, ma diffuso in tutto il mondo, di purificazione ed equilibrio delle energie del corpo umano. La parola giapponese Reiki è composta da due sillabe, REI e KI, che significano rispettivamente “energia universale” e “forza vitale”: in India, questa forza viene chiamata Prana, in Cina Ch’i (o Qi), in Giappone Ki appunto, in Egitto Ka, mentre nella tradizione cristiana è nota come Spirito Santo. Reiki quindi significa Energia Vitale Universale. Il Reiki rappresenta l’Energia Universale di origine Divina.
Il Reiki può essere usato nel trattamento di praticamente tutte le malattie e i disturbi conosciuti. Quando affiancato ad altre terapie naturali e/o allopatiche, ne migliora l’efficacia.
Secondo l’esperienza di chi lo pratica, il Reiki ha l’effetto di migliorare i risultati del trattamento medico globale, agendo in modo da ridurre gli effetti collaterali di eventuali farmaci, ridurre il tempo del trattamento, ridurre o eliminare il dolore, ridurre lo sforzo e contribuire ad aumentare un senso generale di ottimismo, che gioverà alla cura nel suo complesso.
Il Reiki, inoltre, può essere abbinato alla medicina tradizionale come pure ad altre medicine alternative che tengono in considerazione la salute della persona da un punto di vista olistico quali: Omeopatia, Fiori di Bach, Aromaterapia, Aurasoma, Medicina Ayurvedica, Cristalloterapia e Fitoterapia.
Secondo la tradizione fu Mikao Usui, nato in Giappone nel 1865, a sviluppare la pratica del Reiki così come la conosciamo al giorno d’oggi: tale abilità curativa si è manifestata in lui dopo tre settimane di digiuno e meditazione sul Monte Kurama. È bene ricordare e sottolineare quest’aspetto, giacché senza un’adeguata purificazione e preparazione del corpo fisico e delle strutture sottili dell’essere, la ricezione di tale iniziazione direttamente dal Divino non avrebbe potuto aver luogo. Per la stessa ragione, soprattutto prima di effettuare trattamenti su altre persone, i terapeuti e gli operatori Reiki dovrebbero purificare se stessi su tutti i livelli. Leggi il resto… »

Sensei Mikao Usui – cos’è Reiki
3rd Mar, 2014 da Ananda Saraswati

0000y4h7

“Reiki è la saggezza combinata con l’energia
Ci connette alla Luce, ci stimola la crescita,
Ci bilancia dal punto di vista il fisico e spirituale
Siamo in grado di guarire le ferite più profonde e possiamo far emergere il potenziale
che non conosciamo del nostro essere.
Reiki è il supporto per la salute ottimale del corpo.
E’ un veicolo per la nostra verità interiore che ci guida alla felicità, e la felicità non è altro che guarigione! ”
(Sensei Mikao Usui)

La meditazione ha effetti duraturi sul cervello
17th Nov, 2012 da Ananda Saraswati

Meditation appears to produce enduring changes in emotional processing in the brain

Un nuovo studio statunitense ha dimostrato che partecipare a un programma di meditazione di otto settimane può avere effetti misurabili sul cervello anche quando non si è più attivamente coinvolti nella meditazione. La ricerca è stata promossa dal Massachusetts General Hospital e dalla Boston University e pubblicata sulla rivista “Frontiers in Human Neuroscience”. I test effettuati hanno dimostrato che due differenti tipologie di pratiche meditative sono in grado di produrre diverse risposte di lunga durata nell’amigdala, relativa alle emozioni. Si tratta della prima volta che uno studio sugli effetti della meditazione dimostra che la pratica riesce ad influenzare l’elaborazione emotiva nel cervello al di fuori dello stato  meditativo. Le pratiche testate sono state la meditazione compassionevole e la meditazione da attenzione consapevole e i loro effetti sulle persone sono stati rilevati attraverso le risonanze magnetiche cerebrali. La prima pratica ha aumentato le risposte dell’amigdala agli stimoli negativi, aumentando la capacità di provare compassione per gli altri. La seconda pratica ha, invece, mostrato una diminuzione delle attività dell’amigdala destra in risposta a stimoli negativi e positivi, supportando l’ipotesi che la meditazione può aumentare la stabilità emotiva e migliorare le risposte allo stress. “Entrambe le pratiche – ha spiegato il responsabile della ricerca – hanno dimostrato di migliorare le prestazioni emotive delle persone in relazione a stimolazioni positive o negative”.

Clicca qui per leggere lo studio (in inglese)

Articolo di Alexis Myriel – Fonte: Terra Nuova

Benefici dello Yoga
20th Set, 2012 da Ananda Saraswati

La filosofia Yoga, di origine antichissima, venne trattata per la prima volta in un’opera che costituisce tuttora il testo fondamentale della dottrina: gli Yogasutra del saggio Patanjali (seconda metà del II secolo a.C.), 195 brevi aforismi che per la prima volta codificavano per iscritto ciò che fino allora era stato tramandato solo oralmente, per millenni, da saggi e Maestri. Per questo Patanjali è a tutt’oggi una delle più grandi figure della storia della filosofia indiana e dell’intera umanità.
Lo Yoga è principalmente l’allenamento della mente al controllo del proprio corpo e viceversa. Accostandosi a questa disciplina si inizia subito ad apprezzarne gli immensi benefici derivanti dalle tecniche posturali e dagli esercizi di respirazione, che accrescono, con la pratica regolare, energia, resistenza, concentrazione, capacità di recupero e gioia di vivere; proseguendo nella pratica si impara (o si ritrova) il senso della ricerca di una vita straordinaria – dal punto di vista fisico, mentale e spirituale – implicito in questa tradizione di saggezza. I primi yogi infatti si chiesero in cosa consistesse la vita ottimale, come essere felici anche nei momenti difficili, quali fossero le radici profonde della sofferenza, scoprendo che essa si può estinguere. Leggi il resto… »

Massaggio sonoro con campane tibetane
4th Gen, 2012 da Ananda Saraswati

Sappiamo tutti quanto i suoni possano influenzarci: la musica romantica di un film, ad esempio, o la musica classica, ma anche i suoni del mare o degli uccelli nel bosco. Ogni suono ha un effetto profondo sulle nostre emozioni e sulla psiche.

Il massaggio sonoro con le campane è stato utilizzato fin dall’antichità in India e soprattutto sull’Himalaya, nel Tibet, da 5000 anni, per l’armonizzazione psico-fisica.

Le scritture sacre indiane affermano che gli uomini sono stati creati dalla vibrazione/suono, ma anche nella tradizione giudaico-cristiana è noto che “in principio fu il verbo”.

L’origine  esatta e la composizione delle campane tibetane è avvolta nel mistero. Le campane tibetane, utilizzate anche nelle cerimonie e nella meditazione, sono strumenti per la riproduzione del suono originario dell’OM. Una delle loro caratteristiche più preziose è quella di essere formate solitamente da una lega derivante dalla fusione di sette metalli, ciascuno dei quali corrispondente a uno degli antichi sette corpi celesti del nostro sistema solare. Ne esistono diversi tipi, e il loro suono varia in base alla proporzione dei componenti della lega, alla forma e allo spessore. Le loro frequenze di vibrazione misurate in Hz (Hertz) possono essere abbinate alla frequenza di vibrazione di ogni singolo pianeta. E’ stato studiato che durante l’utilizzo della campana, le onde cerebrali si attestano su frequenze che vanno dagli 8 ai 12 Hz, caratteristiche dello stato di veglia ad occhi chiusi. Questi sono i metalli di cui solitamente sono formate ed i corrispondenti corpi celesti:

1.     Oro – Sole

2.     Argento – Luna

3.     Mercurio – Mercurio

4.     Rame – Venere

5.     Ferro – Marte

6.     Stagno – Giove

7.     Piombo – Saturno

La medicina orientale ci insegna che l’essere umano è formato, oltre che dalla parte più densa, materiale, percepibile dai sensi, anche da una parte più sottile, eterea, costituita da onde di energia vibrante. Quando una persona è in buona salute, le sue emanazioni sottili sono armoniose, vibrano alla giusta frequenza e la sua energia scorre liberamente, viceversa, in caso di malattia, la vibrazione è distorta e l’energia sottile manifesta accumuli e blocchi. II massaggio sonoro delle campane tibetane favorisce il ripristino delle corrette frequenze, sciogliendo i blocchi e liberando i ristagni energetici, permettendo così al corpo di ritrovare il suo normale stato di salute.

Nell’era attuale, a causa dello stile di vita innaturale e delle numerose forme di inquinamento ambientale, alla maggior parte di noi accade sovente che i propri corpi fisici e sottili siano “fuori sintonia”, perturbati. La gente soffre di  disturbi fisici (emicranie, dolori articolari, problemi digestivi, disfunzioni organiche, sciatica, problemi di schiena, etc.), mentali ed emozionali (bassa autostima, mancanza di energia, iperattività, ansia, depressione, paure e preoccupazioni, etc.) .

Tramite il massaggio sonoro con le campane tibetane si riscontra il miglioramento dello stato psico-fisico. Grazie alla capacità di indurre rapidamente la persona in uno stato di quiete, la campana tibetana, può essere utilizzata sia per la meditazione che per il massaggio del corpo e l’attivazione ed armonizzazione dei centri energetici.
Il campo sottile del corpo, l’aura bioenergetica, viene purificato e questo ci fa sentire riposati come se ci si togliesse un peso dalle spalle, ottenendo una sensazione di piacevole leggerezza e di chiarezza mentale.

Il massaggio sonoro “influenza” ogni cellula del corpo. Per comprendere in che modo, possiamo ricorrere ad un’analogia:  quando si getta un sasso in un laghetto, si crea nell’acqua una serie di onde concentriche che, estendendosi, mettono in movimento tutta la superficie. Allo stesso modo, quando si fa risuonare una campana tibetana a contatto o vicino al corpo la vibrazione del suono raggiunge ogni cellula tramite l’acqua del nostro corpo. Il nostro corpo è costituito per circa l’80% di acqua e le vaste ed esaurienti ricerche del Dr. Masaru Emoto hanno dimostrato che l’acqua è un eccellente vettore di informazioni. La vibrazione del suono purificatore fluisce nel corpo e agisce favorevolmente sulla struttura e sulla salute delle cellule e degli organi. La cosiddetta malattia è una disarmonia della vibrazione energetica specifica di cellule, tessuti e organi (la cui origine è quasi sempre il pensiero) e il massaggio con il suono ha un effetto benefico su ogni singola cellula vibrante, riportandola al suo stato di armonia e, di conseguenza, al ripristino della sua funzionalità.
La sottile vibrazione può essere diretta con precisione ponendo la campana sopra o vicino ad una zona in tensione del corpo del soggetto. Le campane vengono percosse o fatte vibrare con un movimento circolare lungo il bordo mediante un bastoncino rivestito di feltro. La vibrazione sonora emessa scioglie prima l’energia stagnante e ne favorisce poi l’armonizzazione.

Il suono  porta  a un  rapido, efficace e profondo rilassamento, annulla lo stress, aiuta ad affrontare efficacemente la vita quotidiana e a migliorare la creatività. Nuove energie saranno liberate e durante il trattamento possono apparire immagini o soluzioni per i problemi.

Il massaggio con le campane tibetane influisce su tutte le strutture del nostro essere:

  • Rilassa profondamente i muscoli.
  • Dona chiarezza mentale.
  • Allevia i disturbi fisici tra cui: dolori articolari, sciatica, problemi digestivi, mal di testa, mal di schiena, disfunzioni addominali, cattiva circolazione.
  • Grazie al massaggio, il sistema nervoso si “riempie” di energia positiva e questo ha un benefico effetto su tutti gli altri sistemi (es. digestivo, circolatorio, ghiandolare, linfatico, cardio-vascolare), correlati tra loro.
  • Aumenta l’efficienza funzionale armoniosa di cellule, tessuti e organi.
  • Allevia tensioni e blocchi ed equilibra i chakra (i centri di ricezione/emissione delle energie sottili).
  • Favorisce l’eliminazione delle tossine dal corpo.
  • Aiuta a lasciar andare i modelli negativi presenti o passati, ad esempio di relazioni passate o di dipendenze.
  • Aumenta l’energia e la forza necessarie nella nostra vita quotidiana.
  • Permette il rilascio di disturbi mentali ed emozionali quali: bassa autostima, preoccupazioni, paure, ansia e depressione.
  • Amplifica la fiducia in se stessi, la creatività e il potenziale interiore.
  • Favorisce il raggiungimento di maggiore equilibrio e armonia nella propria vita.
  • Conduce a stati elevati di coscienza.

Il massaggio sonoro con le campane non è utile soltanto alle persone sofferenti; anche le persone sane possono trarne grandi benefici, diventando più calme e migliorando la qualità del proprio sonno. Bambini, ragazzi, donne incinte, anziani, tutti possono usufruire delle vibrazioni benefiche per corpo, mente e anima prodotte dal dolce massaggio con le campane tibetane.

Si può usufruire di singoli trattamenti occasionali/speciali o, per purificare il corpo dai blocchi, ci si può sottoporre ad una serie di trattamenti consecutivi, dall’effetto cumulativo.

 

BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
»  Motore: WP   »  Carrozzeria: Ahren Ahimsa
© Nirvaira