EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE


   
BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
Registri akashici
Aprile 25th, 2019 da Ananda Saraswati

“Tutta la materia percettibile proviene da una sostanza primaria o essenzialità che va aldilà del concepimento, che riempie tutto lo spazio, l’Akasha o etere luminoso che è pieno di Prana che dà la vita, o forza creativa che chiama all’esistenza per cicli infiniti tutte le cose o i fenomeni” (Nikola Tesla)

Il termine “Akasha” è un termine sanscrito, il quale viene tradotto con il termine etere spaziale, il primo elemento di cui è formato l’Universo, è stata scelto da scienziati e filosofi delle antiche culture, tradizioni e religioni che risalgono a migliaia di anni.
L’akasha dunque è quella sostanza cosmica invisibile agli organi di senso umani nella quale ogni cosa esistente è immersa.
Prima dalla formazione dei 4 elementi, fuoco, aria, acqua e terra, l’etere o akasha è l’elemento primo, ovvero la prima sostanza cosmica.

l’akasha (etere) ha proprietà di memoria, poiché è la sostanza nella quale agiscono le funzioni spirituali dell’uomo come il pensiero, il sentimento e la volontà.
Per questo motivo nell’akasha rimangono registrate tutte le azioni volitive, sensazioni, emozioni e pensieri umani.
Durante la vita dell’essere umano tutti i suoi ricordi vengono impressi nel suo corpo eterico o vitale, i quali attraverso alcune tecniche, può andare a rileggerli sotto forma di immagini o di concetti.

E’ la base di tutte le cose del mondo materiale, e in varie filosofie è considerata la forza che impulsa dietro la creazione invisibile della materia. Secondo molti è la fonte di energia per la manifestazione materiale. “L’Aakaash non è distruttibile, è il substrato primordiale assoluto che crea la materia cosmica e pertanto le sue proprietà non si trovano nelle proprietà della materia che hanno un significato relativo.L’Aakaash è la realtà eterna superfluida esistente, a cui non è possibile applicare la creazione e la distruzione…I nostri occhi sono ciechi davanti alla realtà dello spirito; gli esperimenti scientifici non possono individuarla direttamente, in quanto i nostri esperimenti possono vedere solo le proprietà dei materiali che non sono gli attributi di Akasha.

Idham thadhakshare vyoman pará.Parame vyoman

Paramahamsa Tewari, ingegnere, fisico e inventore.

(Fondamenti spirituali)

I Registri Akashici

Secondo vari studi i Registri Akashici sono una Biblioteca Energetica Universale di dati, informazioni contenuti in un diario di viaggio dell’anima.

Akasha, termine sanscrito che significa «sostanza primaria», identifica l’ingrediente invisibile che costituisce i Registri. L’Akasha racchiude la presenza della vita stessa prima che venga a contatto con i nostri pensieri e sentimenti; è la materia primaria della forza della vita, caratterizzata da qualità essenziali per la sopravvivenza, come la vitalità, l’apertura, l’espansione e l’espressione.

I Registri Akashici sono identificabili come degli archivi in cui vengono conservate le memorie della nostra anima prima che diventi terrestre.Secondo alcuni ricercatori : “Il libro Akashico è come una lunghissima pellicola cinematografica che registra tutti i desideri e le esperienze della terra del nostro pianeta.”“…Uno dei principi cosmici e un contenitore plastico, creativo nella sua natura fisica, immutabile nei suoi principi superiori. E’ la quintessenza di tutte le forme possibili di energia materiale, psichica e spirituale e contiene in sé il germe della creazione universale che sorge poi sotto l’impulso dello Spirito Divino”.

Secondo Edgar Cayce (1877-1945)(mistico cristiano), i Registri Akashici si possono considerare come il super computer dell’universo, una istallazione di stoccaggio centralizzata di ogni informazione di tutte le persone che hanno vissuto in tutto il cosmo.

Oltre a registrare gli eventi che succedono nella vita, essi registrano ogni atto, azione parola, pensiero, sentimento, emozione, intenzione e motivo. Sembra che i “libri” contengano tutta la storia di ogni anima dagli albori della creazione.

Sono i libri portati da un’anima dal momento in cui esce dal suo punto di origine. “ l’Archivio Akashico o Il libro della vita può essere considerato l’equivalente di un super-computer dell’universo. È questo computer che funge da memoria centrale di tutte le informazioni di ogni individuo che abbia mai vissuto sulla Terra. Più che un semplice contenitore di eventi, l’Archivio Akashico contiene ogni azione, parola, sentimento, pensiero e intenzione che sia mai avvenuto in qualsiasi momento della storia mondiale. Al contrario di un semplice magazzino di memoria, questo Archivio Akashico è interattivo, poiché esercita una grandissima influenza sulla nostra vita di ogni giorno, le relazioni, i sentimenti, i sistemi di credenze e le realtà potenziali che attiriamo su di noi.”

L’Archivio Akashico contiene l’intera storia di ogni anima, sin dall’alba della Creazione. Questo archivio ci connette tutti gli uni agli altri, e contiene ogni simbolo archetipo o racconto mitologico che abbia mai influenzato profondamente il comportamento e le esperienze dell’uomo.

L’archivio Akashico ispira i sogni e le invenzioni, provoca l’attrazione o la repulsione tra gli esseri umani, modella e foggia i livelli della consapevolezza umana, costituisce una porzione della Mente Divina, è il giudice e la giuria imparziali che cercano di guidare, educare e trasformare ogni individuo per farlo evolvere al meglio delle sue possibilità, e infine incarna una matrice fluida e sempre mutevole di futuri possibili che diventano attuali quando noi esseri umani interagiamo e impariamo dai dati che si sono già accumulati.

Informazioni su questo Archivio Akashico – questo Libro della Vita – si possono trovare nel folklore, nei miti e in tutto l’Antico e Nuovo Testamento. Sono rintracciabili nelle popolazioni semitiche, negli Arabi, gli Assiri, i Fenici, i Babilonesi e gli Ebrei. In ognuna di queste popolazioni esisteva la credenza nell’esistenza di una sorta di tavole celesti contenenti la storia del genere umano e ogni tipo di nozione spirituale.

Nelle Scritture, il primo riferimento a un libro ultraterreno si trova in Esodo 32:33. Dopo che gli Israeliti avevano commesso un peccato gravissimo adorando il vitello d’oro, fu Mosè a intercedere per loro, giungendo a offrire la propria totale responsabilità e la cancellazione del proprio nome “dal tuo libro che hai scritto” a espiazione delle loro azioni. In seguito, nell’Antico Testamento, apprendiamo che non esiste nulla di un individuo che non sia riportato in questo stesso libro. Nel Salmo 139, Davide accenna al fatto che Dio ha scritto tutti i dettagli della sua vita, incluso ciò che è imperfetto e le azioni ancora da svolgere.Per molte persone, questo Libro della Vita è semplicemente un’immagine simbolica di coloro che sono destinati al paradiso; le sue radici sono gli archivi genealogici o forse i primi censimenti. La religione tradizionale suggerisce che questo libro – in forma letterale o simbolica – contiene i nomi di tutti coloro che sono degni di salvezza. Il Libro va aperto in relazione al giudizio divino (Dan. 7:10, Rev. 20:12). Nel Nuovo Testamento, i redenti dal Cristo sono contenuti nel Libro (Filippesi 4), mentre coloro che non si trovano nel Libro della Vita non entreranno nel Regno dei Cieli.(cit)

Discutendo del Libro della Vita, egli affermò che era “L’archivio di Dio, di te, della tua anima interiore e della conoscenza di essa” (281-33). In un’altra occasione (2533-8), fu chiesto a Cayce di spiegare la differenza tra il Libro della Vita e l’Archivio Akashico:

“Domanda: [Cosa si intende con] il Libro della Vita?
Risposta: L’archivio che l’entità stessa scrive pazientemente sopra la matassa del tempo e dello spazio. Esso viene aperto quando il sé è sintonizzato con l’infinito, e può essere letto da coloro che si stanno armonizzando con tale consapevolezza…
D: Il libro dei Ricordi di Dio?
R: Questo è il Libro della Vita.
D: L’Archivio Akashico?
R: Quelli creati dall’individuo, come appena indicato.
Lettura 2533-8

Avendo accesso alle informazioni dell’Archivio Akashico, il database dell’universo, molte cose potrebbero esserci rivelate. Il mondo, così come lo abbiamo collettivamente percepito, non è che una pallida ombra della realtà.

“Nel tempo e nello spazio sono scritti i pensieri, le azioni, le attività di un’entità: nella loro relazione all’ambiente, alla sua influenza ereditaria; e nel loro essere guidati, ovvero diretti dal giudizio o in accordo a ciò che l’entità ritiene ideale. Per questo, come spesso è stato definito, l’archivio è il libro dei ricordi di Dio; e ogni entità, ogni anima… Riguardo le sue attività quotidiane, ne compie alcune bene, altre male e altre ancora in modo neutro, a seconda dell’applicazione del sé dell’entità a quella che è la maniera ideale di utilizzare il tempo, l’opportunità e l’espressione di ciò per cui ogni anima entra in una manifestazione materiale.
L’interpretazione, come è stata formulata qui, viene data con il desiderio e la speranza che, nel rivelare questo all’entità, l’esperienza possa essere utile e promettente.”
(Edgar Cayce), lettura 1650-1

“Sì, abbiamo il corpo qui, e la documentazione come è stata prodotta e come potrebbe essere prodotta con l’esercizio della volontà, e la condizione – così come è stata creata – che prescinde dall’influenza o gli effetti della volontà. Abbiamo condizioni che potrebbero essere state, che sono e che potrebbero essere. Non mischiate le tre, e non incrociate i loro intenti.”
Lettura 340-5

Il Libro della Vita – o l’Archivio Akashico – è il magazzino di tutte le informazioni riguardanti ogni individuo mai vissuto sulla Terra: esso contiene ogni parola, azione, sentimento, pensiero e intenzione mai avvenuti. Apprendi in che modo hai il controllo del tuo destino e come puoi utilizzare il tuo archivio – le tue vite passate, le tue esperienze presenti e il tuo futuro non ancora dischiuso – per creare la vita che desideri.”

Il filosofo, l’educatore e fondatore della Società Antroposofica, Rudolf Steiner crede che gli esseri umani (e lui stesso) hanno la capacità di percepire l’informazione oltre il mondo materiale.

Steiner scrive:“…l’uomo è in grado di penetrare alle origini eterne delle cose che svaniscono con il tempo. In questo modo, egli amplia la sua facoltà cognitiva se, per quel che riguarda la conoscenza del passato, non si limita alle evidenze esteriori. Poi egli può vedere negli eventi non percepibili ai sensi, quella parte che il tempo non è in grado di distruggere. Egli passa dalla storia transitoria a quella non-transitoria. È un fatto che questa storia sia scritta in caratteri diversi rispetto a quella ordinaria. Nella gnosi e nella teosofia viene chiamata la “Cronaca Akashica”… Al non iniziato, che non è ancora in grado di fare l’esperienza di un mondo spirituale separato, è facile che l’iniziato sembri un visionario, se non qualcosa di peggio. Chi ha acquisito la capacità di percepire il mondo spirituale arriva a conoscere gli eventi passati nel loro carattere eterno. Questi ultimi non stanno di fronte a lui come la morta testimonianza della storia, bensì appaiono pieni di vita. In un certo senso, ciò che è avvenuto ha luogo davanti a lui.”
(Cosmic Memory)

“Il giorno in cui la scienza comincerà a studiare i fenomeni non fisici ci sarà più progresso in un decennio che in tutti i secoli precedenti la sua esistenza”

(Nikola Tesla)

“La natura dell’energia è quella di essere compresa. Le proprietà dello spazio devono essere intuitivamente derivate dai dati scientifici disponibili. Dobbiamo scegliere una sola particella materiale elementale per costruire l’universo materiale e stabilire l’unità dei mondi materiali.Abbiamo bisogno di conoscere gli attributi della sostanza unica, quella non materiale, ‘Akasha’, per stabilire l’unità dietro i diversi fenomeni scientifici e spirituali. Dobbiamo realizzare l’agenzia della Coscienza, il principio della vita e e della morte e l’intelligenza dell’Universo.E’ vero che possiamo conoscere questi fenomeni per mezzo di una visione scientifica, ma la scienza che dovrà rispondere alle domande precedenti non è certo la scienza attuale. Sarà una nuova scienza con una base spirituale.E tutto ciò getterà le basi per una fusione della scienza e della spiritualità”.

Paramahamsa Tewari, ingegnere, fisico e inventore.(Fondamenti spirituali)

I Registri Akashici e la loro lettura

I registri akashici, sono la memoria impressa nell’etere di tutto le azioni svolte, ma non solo a livello umano ma anche a livello spirituale.
Come abbiamo visto più sopra, ogni azione, evento di natura spirituale con effetto materiale, situazioni, pensieri, emozioni, parole, intenzioni ed azioni di un essere, dalla sua separazione del Fonte o Dio, fino al suo ritorno definitivo al punto d’origine; contiene quindi l’intera storia d’ogni anima, sin dall’alba della Creazione tutto è registrato nei registri akashici.

I Registri Akashici detti anche  Libro della Vita o Libro dell’Anima,chiamato anche “Libro della Vita”, come lo si conosce nella Bibbia, lascia la sua impronta indelebile nella vita.I signori del karma registrano tutto nel nostro “Libro della Vita”, sono dei registri dove è contenuto tutta l’esperienza di vita di ogni cosa e di ogni essere vivente, una frequenza vibrazionale a cui è possibile accedere per ottenere informazioni che ci serviranno nel nostro cammino.

In questi Registri è racchiusa l’informazione illimitata passata, presente e futura di tutto l’universo e di tutti gli esseri che lo popolano.Il karma si crea con :pensiero, azione e parola. I registri li creiamo vivendo questo abbinato alle emozioni e sentimenti. Non viviamo il ciclo di rinascita e morte, Samsara finché non ci perfezioniamo e torniamo nella sorgente, Amore Infinito.

Conoscendo informazioni delle proprie vite precedenti, connesse in particolar modo con quell’attuale, è possibile comprendere quali sono le lezioni della vita che dobbiamo affrontare per risolvere ed imparare delle lezione nella vita attuale.Noi dimentichiamo al livello conscio le vite passate nel momento della nascita, per non distruggersi con ricordi delle vite passate, ma tutto rimane registrato in Akasha e nel subconscio.

Scriviamo i nostri registri con ogni esperienza, ogni momento presente, e quei registri presenti si trasformano i realtà future in in questa vita o altre.

Ogni oggetto, cosa, pietra, pianta e persona ha un proprio Registro Akashico personale.Qui è contenuta tutta l’informazione Karmica, l’informazione delle esperienze dello spirito, le cose positive fatte e gli errori che devono equilibrarsi attraverso le incarnazioni, i talenti, doni, ricordi , tutto quello che serve affinché l’anima evolva e si perfezioni.

I Registri costituiscono un’infinita risorsa spirituale per la crescita personale e la presa di coscienza del proprio potere, che nasce da una dimensione di amore profondo; può essere utilizzata da chiunque, in qualsiasi luogo, ma è particolarmente potente se applicata all’interno dei Registri. Consiste in consapevolezza, accettazione, apprezzamento e azione appropriata.

Il risultato finale è che diventerete la persona che sapete di essere in realtà, capace di avere relazioni meravigliose, armoniose consapevoli, conscio della propria completezza e della scintilla Divina infinita, eterna, che costituisce il nucleo di ogni essere vivente.“Tutte le informazioni di cui avrai mai bisogno – riguardo te stesso o qualsiasi altra cosa – sono a tua disposizione. Il tuo scopo, i tuoi obiettivi, il tuo prossimo passo, tutti questi possono essere trovati nel tuoi Registri akashici. Queste registrazioni sono un magazzino vibrante di informazioni ed energia illimitate, una risonanza sempre presente che si espande nella tua vita e nell’universo stesso.
Nel loro nucleo, i tuoi registri personali sono una mappa del percorso della tua anima attraverso l’eternità, rivelando tutto su di te, comprese le influenze del passato e i tuoi propositi attuali. La tua anima ha le sue direttive per venire a questa esperienza terrena. In effetti, ci potrebbero essere una serie di scopi che ti stanno costringendo, anche senza la tua conoscenza cosciente. Queste intenzioni più profonde includono i tuoi scopi spirituali e personali, così come il tuo scopo nel mondo.
Il tuo scopo spirituale potrebbe essere rivolto a scopi come il collegamento con lo spirito, il rilascio di conflitti interiori e l’instaurazione di una vera pace – o forse l’abbandono dell’attaccamento a certe persone e cose e la ricerca di una forma più pura di felicità interiore. Tali sforzi possono essere strettamente correlati al tuo scopo personale, poiché la tua psicologia è strettamente legata alla tua spiritualità.
Il tuo scopo personale attraverso le esperienze della tua vita quotidiana. Che tipo di vita mentale ed emotiva vuoi creare? La maggior parte delle persone non ci pensano molto, ma è una parte importante della tua ragione di essere qui. Le direttive della tua anima potrebbero dirti di lasciar andare i modelli di paura e preoccupazione, o per aumentare il tuo coraggio e dire la tua verità, o infine imparare come essere più amorevole verso te stesso.
Comprendere e navigare le tue relazioni può anche essere una parte del tuo scopo personale. Che si tratti di relazioni romantiche, platoniche, familiari o anche professionali, possono contenere molte sfide. Potrebbe essere necessario imparare come onorare te stesso e comunicare le tue esigenze, o anche come lasciare andare e vivere in libertà. I tuoi registri Akashici ti stanno già parlando, quindi dai un’occhiata alla tua vita e se sei onesto con te stesso, sarai in grado di vedere ciò che la tua anima ti sta chiamando a fare nelle tue relazioni personali e oltre.
Alcune persone pensano che avere uno scopo nel mondo significhi che l’azione deve essere intrapresa in un ambito mondiale o almeno ampio, ma il tuo scopo nel mondo può essere di vasta portata in modi più sottili. Essere un genitore amorevole e solidale può essere uno degli scopi più grandi del mondo e gli effetti delle tue scelte in quella ricerca possono andare avanti nel tempo per le generazioni a venire. Lo scopo del tuo mondo può anche essere trovato nei tuoi sforzi professionali e creativi. Potresti essere chiamato a diventare un insegnante, un artista, un guaritore o un programmatore di computer. Tutte queste cose servono il mondo in modi diversi, quindi è importante trovare uno scopo che risuoni con il tuo cuore e con il tuo spirito.
“(cit)

Come si leggono i registri Akashici

Entrando nei registri, attraverso la lettura con l’aiuto degli Angeli divini e Maestri dei Registri, si ottiene l’informazione che all’anima necessita per evolversi in accordo con il suo progetto, scelto prima d’incarnarsi. L’informazione su vite passate, può essere o non essere importante, ma quello che generalmente è di valore è la guida che si riceve per aiutarci ad elaborare e cambiare i blocchi presenti in questa vita, così come la direzione possibile da prendere, dato che tante volte ci troviamo con una sensazione di essere persi nel cammino della vita e ripetiamo una stessa situazione senza capirne la lezione, senza sapere qual’è il vero significato.

Diverse paure, fobie, conflitti, sogni e situazioni traumatiche, pensieri dolorosi che non identifichiamo come di questa vita u odio per certe persone che non riusciamo a capire, sono alcuni esempi. Utilizzando il nostro libero arbitrio per crescere,influenziamo positivamente anche i discendenti. I registri Akashici contengono anche tutte le possibilità del futuro, il potenziale sempre modificabile, il divenire che sarà determinato dalle nostre scelte, grazie al libero arbitrio, che inizia a manifestarsi se iniziamo un percorso di crescita interiore, spirituale e consapevole.

I registri Akashici, sono indipendenti dalla lingua e dalla cultura. In realtà il nostro Sé Divino si connette ad essi nella meditazione, sogno, alcuni momenti di Grazia Divina.

Purtroppo nella maggior parte del tempo siamo sotto l’influenza dell’Ego che è Paura, è bassa frequenza che ci limita noi in tutto. Quello che non ci permette di fluire nell’armonia di queste frequenze, sono tutte le strutture che da secoli ci siamo creati, dovute a condizionamenti, dogmi, convinzioni false, pregiudizi, paure ed Ego.

La lettura del Registri Akashici aiuta ad acquisire una maggiore responsabilità di se stessi, del proprio destino, possiamo cambiarlo e vibrare su alte frequenze, siamo Co-Creatori della Realtà, possiamo armonizzare il proprio Karma (ci sono diversi metodi, la lettura dei Registri Akashici è un dei metodi). Ognuno di noi è responsabile del proprio karma e della propria vita, è la prima regola sulla via del Risveglio.

Ognuno di noi scrive la storia delle nostre vite attraverso i propri pensieri, azioni e interazioni con il resto della creazione.Questa informazione ha su di noi un effetto immediato.Infatti i Registri Akashici hanno un impatto tale sulle nostre vite, e le potenzialità e probabilità che attiriamo su di noi con una qualsiasi ricerca si di essi ne facciamo non smette di darci una visione della nostra natura e della nostra relazione con l’universo.C’è molti di più delle nostre vite, delle nostre storie e la nostra influenza individuale sul nostro futuro di quanto noi possiamo mai immaginare.(cit)

Per la Lettura dei Registri Akashici, conttataci.

Condividi!

Lascia un commento

XHTML: È possibile utilizzare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
»  Motore: WP   »  Carrozzeria: Ahren Ahimsa
© Nirvaira