NON DEVI ACCETTARE UNA SITUAZIONE INDESIDERABILE O SGRADEVOLE: LA SAGGEZZA DELLA RESA

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Immagina di camminare lungo un sentiero di notte, circondato da una fitta nebbia. Hai in mano una potente torcia che fende la nebbia e crea davanti a te uno spazio ristretto ma limpido. La nebbia e’ la tua situazione esistenziale, che comprende il passato e il futuro; la torcia e’ la tua presenza consapevole; lo spazio limpido e’ l’ adesso.Se non ti arrendi, indurisci la tua forma psicologica, il guscio dell’ ego e crei un forte senso di separatezza. Percepisci il mondo che ti circonda, e soprattutto le persone che lo popolano, come delle minacce. Emerge la compulsione inconscia di distruggere gli altri con il giudizio, cosi’ come il bisogno di competere e dominare. Persino la natura diventa tua nemica e le tue percezioni e interpretazioni sono governate dalla paura.Non solo la tua forma psicologica, ma anche quella fisica (il corpo) diventa dura e rigida con la resistenza. Nascono tensioni in diverse parti dell’ organismo e il corpo intero si contrae. Il libero flusso di energia, fondamentale per il suo corretto funzionamento , viene compromesso.Il lavoro sul corpo e certe forme di fisioterapia possono essere utili per ristabilire il flusso, ma se non pratichi la resa nella tua vita quotidiana, queste cose potranno alleviare soltanto temporaneamente i sintomi, perche’ la causa (lo schema di resistenza) non e’ stata dissolta.C’ e’ qualcosa dentro di te che non viene influenzato dalle circostanze transitorie che costituiscono la tua situazione esistenziale, solo con la resa vi hai accesso. E’ la tua vita, il tuo vero Essere, che esiste eternamente nel regno senza tempo del presente.SE TROVI LA TUA SITUAZIONE ESISTENZIALE INSODDISFACENTE, o addirittura intollerabile, sappi che e’ solo con la resa che riuscirai a rompere lo schema di resistenza inconsapevole che perpetua tale condizione.Arrendersi e’ del tutto compatibile con l’ agire, innescare il cambiamento o raggiungere gli obiettivi. Ma nello stato di resa fluisce nel tuo fare un’ energia completamente nuova, una qualita’ differente. Arrenderti ti fa ricongiungere con l’ energia primaria dell’ Essere e, se le tue azioni ne sono infuse, diventano una gioiosa celebrazione dell’ energia vitale che ti porta piu’ in profondita’ nell’ Adesso.Attraverso la non resistenza, la qualita’ della tua consapevolezza (e quindi anche di quello che fai o crei) aumenta incredibilmente. Allora i risultati verranno da se’ e rifletteranno questa qualita’. Potremmo chiamarla “azione di resa”.NELLO STATO DI RESA, vedi con chiarezza cio’ che deve essere fatto, e agisci muovendo un passo alla volta e focalizzandoti su una cosa alla volta.Impara dalla natura: vedi come ogni cosa venga portata a termine e come si manifesti il miracolo della vita senza insoddisfazione e infelicita’.SE LA TUA SITUAZIONE GENERALE E’ INSODDISFACENTE O SPIACEVOLE, isola questo istante e arrenditi a cio’ che esiste. Questa e’ la luce della torcia elettrica che fende la nebbia. Il tuo stato di consapevolezza, allora, smette di essere controllato da condizioni esterne. Non ti affidi piu’ alla reazione e alla resistenza.Poi osserva i dettagli della situazione. Chiediti: “C’e’ qualcosa che posso fare per cambiare questa situazione, migliorarla o uscirne?”. Se e cosi’, agisci di conseguenza.Non ti focalizzare sulle centinaia di cose che farai o che potresti fare in un futuro imprecisato, ma sull’ unica cosa che puoi fare adesso.Ma assicurati di non cominciare a proiettare “film mentali” ne’ a catapultarti nel futuro, perdendo cosi’ l’ Adesso. Le azioni che intraprendi potrebbero non dare frutti immediati. Nel frattempo, non opporre resistenza a cio’ che esiste.Quando entri in questa dimensione del presente senza tempo, spesso il cambiamento avviene in modi strani senza che tu faccia granche’ . La vita diventa utile e collaborativa. Se fattori interiori come paura, il senso di colpa o l’ inerzia ti impediscono di agire, si dissolveranno alla luce della tua presenza consapevole.Non confondere la resa con un atteggiamento del tipo “non me ne importa piu’ niente”. Osservandolo piu’ da vicino, ti accorgerai che questo atteggiamento e’ contaminato dalla negativita’ sotto forma di risentimento nascosto e percio’ non e’ vera e propria resa, ma resistenza mascherata.Quando ti arrendi, focalizza l’ attenzione dentro di te e controlla che non ci siano tracce di resistenza residua. Stai molto attento quando lo fai, altrimenti una sacca di resistenza potrebbe continuare a nascondersi in qualche angolo oscuro sotto forma di pensiero o di emozione non riconosciuta.Tratto da:”Come mettere in pratica il potere di adesso”, Eckhart Tolle

www.nirvaira.org

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM:

RISVEGLIO E ASCENSIONE, SALUTE E ARMONIA

https://t.me/nirvaira

Se vuoi sapere ciò che QUI il Sistema NON LO PERMETTE entra qui:https://t.me/joinchat/AAAAAFJduuyGR6jSm11fcA

Se vuoi Co-Creare un Mondo felice e libero e uscire dal Sistema Malato, Matrix, entra qui:https://t.me/joinchat/Fjl_XhIxpbffWpTkZIGH7g

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.