“Anche questo passerà”

La maggior parte di noi conosce la poesia “Anche questo passerà”  di Theodre Tilton, un poeta americano del XIX secolo.  Ci ricorda una verità universale e senza tempo che tendiamo a dimenticare facilmente. Tutte le ricchezze, i piaceri, la fama, il potere che desideriamo ardentemente e per cui lottiamo freneticamente nella nostra vita, sono transitori. Anche tutto il dolore e il dispiacere, l’ansia e la paura per cui abbiamo avversione sono temporanei. Con il passare del tempo ogni cosa “passa”. Lo stato attuale delle cose in un dato momento, non importa quanto meraviglioso o orribile non durerà per sempre.   Per favore leggi la poesia e fermati a contemplare la ricca saggezza spirituale che contiene. Essere equilibrati durante i periodi buoni e difficili ovviamente accade con una pratica regolare cosciente nella nostra vita quotidiana. 
   Questo stato di equanimità è la porta verso la realizzazione del Sé, per sapere chi siamo veramente – la luce immortale, immutabile, auto-fulgida della Pura Infinita Coscienza che è l’eterno Testimone (Sakshi) del dramma cosmico senza sosta con i suoi alti e giù, che è la luce di Dio, la luce dell’Atman, la luce della pace e della tranquillità, della gioia e della serenità, del coraggio e della fiducia, della compassione e del perdono, della pazienza e della fortezza, della contentezza e della soddisfazione.   Possano tutti dimorare nella nostra vera natura e irradiare continuamente pace, amore, gioia, contenimento e serenità a ogni essere attraverso i nostri pensieri, sentimenti, parole e azioni.   Questo è il modo per guarire noi stessi e il mondo.   Questo è il modo per promuovere la pace e l’armonia durature nel mondo.

“ANCHE QUESTO PASSERÀ”
DI THEODORE TILTON

Una volta in Persia regnò un re,
che sul suo anello con sigillo
incise una massima vera e saggia,
che, se tenuta davanti ai suoi occhi, gli
diede un consiglio a colpo d’occhio
adatto a ogni cambiamento e possibilità.
Parole solenni, e queste sono;
“Anche questo passerà.”

Treni di cammelli attraverso la sabbia Gli
portarono gemme da Samarcanda;
Flotte di galere attraverso i mari gli
portarono perle da abbinare a queste;
Ma non contava il suo guadagno
Tesori della miniera o principale;
“Cos’è la ricchezza?” avrebbe detto il re;
“Anche questo passerà.”

‘In mezzo ai festeggiamenti della sua corte,
allo zenit del suo sport,
quando i palmi di tutti i suoi ospiti
bruciavano per le battute alle sue battute,
Egli, tra i suoi fichi e il suo vino,
gridò: “O miei amorevoli amici;
I piaceri vengono, ma non restano;
‘Anche questo passerà.’ “

Signora, la più bella mai vista,
era la sposa che incoronò la regina.
Appoggiato sul suo letto matrimoniale,
dolcemente alla sua anima disse:
“Anche se nessuno sposo ha mai premuto un
capo più bello sul suo petto, la
carne mortale deve diventare argilla –
Anche questo passerà.”

Combattendo su un campo furioso,
una volta un giavellotto trafisse il suo scudo;
I soldati, con un forte lamento,
lo portarono sanguinante nella sua tenda.
Gemendo dal suo lato torturato,
“Il dolore è difficile da sopportare”, gridò;
“Ma con pazienza, giorno dopo giorno,
anche questo passerà. “

Svettando nella pubblica piazza,
venti cubiti in aria, si
alzò la sua statua, scolpita nella pietra.
Poi il re, travestito, sconosciuto, si
fermò davanti al suo nome scolpito,
meditando docilmente: “Che cos’è la fama?
La fama non è che un lento decadimento;
Anche questo passerà. “

Colpito da paralisi, dolorante e vecchio,
aspettando alle porte dell’oro,
disse con il suo respiro morente:
“La vita è finita, ma cos’è la morte?”
Quindi, in risposta al re,
cadde un raggio di sole sul suo anello,
mostrando da un raggio celeste:
“Anche questo passerà”.

(Theodore Tilton)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.