EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE


   
BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
ANALIZZATORE DI BIORISONANZA ELETTROMAGNETICA
aprile 15th, 2012 da Ananda Saraswati

“Il corpo umano è stato osservato attraverso la lente della fisica quantistica e gli Scienziati hanno scoperto
che è molto di più di una macchina che risponde a leggi biochimiche. Le nostre cellule infatti sono trasmettitori e ricettori di informazioni e controllano la nostra salute in un modo che non avremmo mai ritenuto possibile…..e se avessimo gli strumenti scientifici non solo per spiegare certi fenomeni, ma anche per dare avvio a “processi di cura miracolosi ”?
Tratto da: The Living Matrix, Ed. Mylife.

La “Medicina  Quantistica” interpreta la persona nel suo insieme di corpo, mente e spirito. E’ possibile attraverso gli strumenti di misurazione frequenziali-quantistici, fare un’ “analisi olistica” dello stato di salute della persona.Il corpo umano è l’aggregato di un gran numero di cellule che sono in crescita continua, sviluppo, differenziazione, rigenerazione e apoptosi, e le cellule costantemente si rinnovano.
Le 25 milioni di cellule sono divise in un secondo nel corpo di un adulto e le cellule del sangue si rinnovano costantemente alla velocità di circa 100 milioni al minuto. Nel processo di divisione e crescita cellulare, i nuclei atomici e gli elettroni al di fuori del nucleo che costituiscono gli atomi come unità di base della cellula, sono in constante movimento e cambiamento ad alta velocità, emettendo costantemente onde elettromagnetiche.
I segnali delle onde elettromagnetiche emessi dal corpo umano rappresentano lo stato energetico specifico del corpo e questi segnali  mostrano lo stato di salute, o di possibili squilibri nel corpo, blocchi, carenze ecc. Se siamo in grado di determinare questi specifici segnali di onde elettromagnetiche, possiamo determinare lo stato vitale del corpo.
La “Medicina Quantistica” ritiene che la ragione più fondamentale per ammalarsi sia che la rotazione degli elettroni al di fuori del nucleo atomico e l’orbita cambiano, quindi causando il cambiamento degli atomi, il cambiamento di piccole biomolecole,
il cambiamento di grandi biomolecole, il cambiamento di tutte le cellule e infine il cambiamento degli organi.
Siccome l’elettrone è un corpo carico, quando la rotazione degli elettroni all’esterno del nucleo atomico e il cambiamento dell’orbita, l’onda elettromagnetica emessa dagli atomi cambierà.
Ad esempio, le cellule tumorali sono diverse da cellule normali, e anche le onde elettromagnetiche emesse dalle cellule tumorali diverse dalle onde elettromagnetiche emesse dalle cellule normali. È simile al principio di ascoltare la trasmissione da radio, ci si può sintonizzare su diverse frequenze, in questo caso l’apparecchio misura l’energia delle persona, le sue frequenze.

Analizzatore di Risonanza Elettromagnetica – E’ un Sistema di scansione computerizzata del campo elettromagnetico vitale personale e delle sue correlazioni con le proprie condizioni psicofisiche.

Tramite l’apposita impugnatura, i sensori dell’Analizzatore di BioRisonanza Elettromagnetica raccolgono lo spettro delle frequenze generate dalle deboli emissioni elettromagnetiche prodotte dal corpo umano.

Lo strumento amplifica poi tali frequenze, che sono uno specchio delle condizioni psicofisiche del soggetto e, mediante un trattamento informatico le scompone tramite il metodo di Fourier (*) e le analizza comparandole con un set predefinito di frequenze correlate a condizioni di malattia e condizioni standard di salute.

Ci sono circa 30 schede che rilevano lo stato vibrazionale e di salute degli organi, delle ossa, del cervello. Si rilevano: le allergie, i metalli presenti nel corpo, il livello di minerali e vitamine; le intossicazioni di vario genere; lo stato di salute dei sistemi (nervoso, linfatico, muscolare, respiratorio, circolatorio, etc.) , patologie degenerative.

Squilibri del sistema neurovegetativo e stress, sistema digestivo, cutaneo; vaginite; problemi di invecchiamento e deterioramento psico-fisico ed altro.

In base ai risultati di tale comparazione, il software fornisce un responso analitico sullo stato di salute generale e sui principali problemi con cui la persona analizzata si confronta, fornendo anche una serie di informazioni e consigli di base per un trattamento preventivo naturopatico.

(*) L’analisi di Fourier permette di caratterizzare le frequenze di un segnale periodico; l’insieme delle frequenze viene chiamato spettro del segnale. La scoperta di questa scomposizione spettrale risale al diciannovesimo secolo: Joseph Fourier scoprì un metodo matematico d’analisi dei fenomeni periodici complessi, utilizzato dai fisici sotto il nome di “scomposizione in serie di Fourier” o “analisi spettrale”. Fourier ha avuto l’idea di scomposizione in serie trigonometriche per risolvere l’equazione del calore: una funzione periodica reale f, continua e di periodo T può essere scomposta in una somma ponderata di funzioni sinusoidali semplici.

Una caratteristica di un suono (come pure di un’onda elettromagnetica) è la frequenza, è espressa in Hertz (Hz) ed è direttamente legata all’acuità del suono, rappresenta l’inverso del tempo (f=1/t) Una frequenza bassa corrisponde a un suono grave, una frequenza elevata a un suono acuto.

L’ampiezza è un’altra caratteristica importante di un’onda. Un suono può essere forte o debole, l’intensità percepita dipende, tra l’altro, dall’ampiezza. L’ampiezza corrisponde alle variazioni di pressione dell’onda.

Ogni segnale periodico può decomporsi in una somma di due segnali sinusoidali di frequenze e ampiezze stabili (decomposizione in serie di Fourier). L’analisi temporale di un segnale che usa il metodo di Fourier, o analisi spettrale, permette di mettere in evidenza le componenti principali di un segnale. Nel mondo musicale, l’analisi spettrale permette di riconoscere i diversi strumenti: ogni strumento musicale possiede una tonalità particolare.

Si può “vedere” il suono, che non è altro che un movimento di materia. Le frequenze di risonanza in particolare sono molto caratteristiche. Tipicamente, per una corda di chitarra, una vibrazione (o oscillazione) di risonanza si caratterizza sulla corda con una successione di ventri e di nodi di vibrazione, cioè di punti dove le vibrazioni hanno un’elongazione rispettivamente massima o nulla.

Il suono emesso da un diapason (il “LA” a 440 Hz) corrisponde a un suono puro. Quello della chitarra comporta qualche armonica. Lo spettro di un cimbalo è molto più complesso. Quando si studia un segnale, per esempio un suono, lo spettro ci permette di determinare le caratteristiche del segnale: frequenza ed intensità.

Nel caso del Sole o dei corpi celesti che si trovano a milioni di chilometri, ma anche di un corpo umano, come si può “vedere l’interno”? Bisogna “ascoltare”, non soltanto cercare di vedere, e utilizzare le emissioni elettromagnetiche. La luce permette di esplorare la superficie di un oggetto, non penetra molto in profondità, il suono o, in questi casi, l’emissione elettromagnetica, fornisce informazioni sugli strati più profondi, si propaga naturalmente dall’interno dell’oggetto.

Per info e prenotazioni contattaci

Le informazioni ivi contenute e nell’analisi  non vanno in alcun modo considerate un sostituto dell’assistenza fornita da un medico professionista.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Condividi!

Lascia un commento

XHTML: È possibile utilizzare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
»  Motore: WP   »  Carrozzeria: Ahren Ahimsa
© Nirvaira