EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE


   
BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
GEOBIOLOGIA, NODI “DI HARTMANN”, “DI CURRY” ED ALTRO
giugno 7th, 2018 da Ananda Saraswati

 

 

“Tutto è energia e tutto vibra.”

La Geobiologia  studia i rapporti reciproci tra ambiente ed esseri viventi, in particolare studia le influenze delle e missioni elettromagnetiche del suolo,la presenza e la nocività dei Campi Energetici Reticolari che avvolgono la superficie terrestre con strette maglie di pochi metri,di quelle provenienti dallo spazio e di quelle artificiali sullo stato di benessere dell’uomo.
“Le antiche popolazioni di tutto il mondo, Egizi e Cinesi, Etruschi e Maya, Celti ed aborigeni australiani, hanno sempre considerato fondamentale la conoscenza del luogo in cui abitare ed edificare : lo studio empirico e rabdomantico, l’osservazione di piante ed animali, la trasmissione di tradizioni antiche, costituiva il corpus della GEOMANZIA.
La Terra era considerata un organismo vivente in grado di influire profondamente sul benessere e sulla salute dei suoi
abitatori. Prima di costruire una città i Romani facevano pascolare un gregge per un anno sul luogo prescelto, poi uccidevano le pecore ed osservavano il loro fegato. Se era sano il luogo andava bene, se presentava alterazioni
cercavano un altro luogo. Gli aruspici etruschi, per delimitare il luogo di costruzione di un tempio o di una città, usavano il lituo, un bastone ricurvo praticamente uguale a quello che possiamo vedere in mano ai faraoni egizi.” (Maurizio Andorlini)

Vitruvio, nel “De Architectura” racconta che prima di edificare una casa o una città i romani lasciavano pascolare sul terreno scelto un gregge di pecore per poi esaminarne le interiora. Oggi si sa che queste pratiche che sanno di magia hanno una base reale. La terra, già immersa in un vasto campo di radiazione naturale, indispensabile per lo svolgersi della vita, produce essa stessa delle radiazioni; se in un luogo queste sono in eccesso, ne risentirà il funzionamento del fegato, che, regolando e filtrando il sangue, è la prima barriera che il corpo oppone ai raggi tellurici.

Si tratta soprattutto del reticolo energetico parallelo al Nord Magnetico, detto di Hartmann, con maglie di 2 metri verso Nord/Sud e 2 m 50 verso Est/Ovest, con le “pareti” larghe 21 centimetri, e del reticolo energetico diagonale al Nord magnetico, detto di Curry (dall’ing. Manfred Curry, austriaco, che lo ha studiato per primo in modo particolare) con maglie più variabili in un intorno dei 3m 50 per 3, 50, con le “pareti” larghe circa 40 centimetri.
I reticoli energetici nell’antichità erano usati come “guida” per le costruzioni sacre, usavano cosi l’energia che si crea.
I Campi Energetici Reticolari che avvolgono la superficie del pianeta da qualche centinaio di metri sottoterra fino alla ionosfera creano “pareti” energetiche verticali e perpendicolari. Queste onde si incrociano nei punti di massima intensità,”nodi”.

 

E’ accertato che i punti di massima intensità dei reticoli energetici parallelo al Nord, detto di Hartmann, e diagonale al Nord, detto di Curry, possono nuocere gravemente, nel senso di creare punti di focalizzazione nel nostro corpo.
Si comportano perciò come radiazioni localizzate.
E’ importante disporre l’arredamento, e soprattutto i letti, in zone in cui non sono presenti questi nodi dei reticoli energetici e quelle dovute alla geologia e  all’idrogeologia.

Con in termine “geopatologia” si intende lo studio degli effetti patogeni che le irradiazioni provenienti dal sottos
uolo hanno sulla salute (umana, degli animali e delle piante), la patologia determinata da queste influenze  elettromagnetiche è detta geopatia. Le geopatie possono essere testate e misurate con la Radiestesia.

Le geopatie dal punto di vista puramente fisico sono disturbi o patologie causate da radiazioni naturali  o artificiali
Principalmente si parla di geopatie quando un ambiente (es: abitazione, luogo di lavoro…) è influenzato da fenomeni sotterranei che si sviluppano anche a centinaia di metri dalla superfice:falde, faglie, corsi d’acqua sotteranea.
La faglia è una frattura della roccia con relativo movimento verticale od orizzontale delle due masse rocciose.

Falda acquifera (o falda idrica)è una zona di rocce permeabili dove è presente acqua in grado di fluire per effetto della forza di gravità.La parola falda, che deriva dal termine tedesco falte, che vuol dire piega, indica un deposito idrico tra gli strati (pieghe) del terreno.

I corsi d’acqua sotterranei, soprattutto durante il sonno notturno, influenzano fortemente la salute di chi vi dorme al di sopra.

In Cina da secoli si seguono le norme dettate dal  FENG SHUI, un’arte millenaria che unisce la geomanzia, l’astrologia e
la scienza delle costruzioni: una delle norme basilari del Feng Shui era il divieto di costruire sulle “vene del drago”, cioè sui corsi d’acqua sotterranei. I nostri antenati non sapevano (scientificamente) perché, ma sapevano che, costruendo secondo norme precise, la città, la casa, il tempio sarebbero stati fonte di benessere per gli uomini.

Dal punto di vista energetico-vibrazionale gli ambienti in cui si passano molte ore della vita, soprattutto se edifici costruiti in pietra, assorbono le emozioni e i pensieri delle persone, registrando tutto, dette anche “memorie dei muri”, ovvero , essendo tutto energia, rimangono le informazioni degli vecchi abitanti memorizzati nei muri della casa, questa cosa può portare diverse situazione negative, malattie, eventi strani, conflitti etc.

<I RETICOLI GEOMAGNETICI – Il primo che segnalò, nel 1937, al Congresso internazionale della stampa scientifica, la presenza sulla terra di un campo elettromagnetico a struttura reticolare simile a quella dei meridiani e dei paralleli geografici, fu Peyré. Le sue ipotesi vennero riprese e sistematizzate poi da altri ricercatori, in particolare da Ernst Hartmann, dell’università di Heidelberg, considerato uno dei pionieri della geobiologia.

Hartmann parla di rete globale, o rete H, che sarebbe distribuita sull’intera superficie della terra e si innalza attraverso tutta la biosfera facendo supporre un irraggiamento proveniente dall’interno del globo. La maglia, che si restringe verso i poli e si allarga verso l’equatore, è composta da fasce larghe circa venti centimetri: determinare la loro posizione precisa è possibile ma difficile per la relativa instabilità, perché risente dell’influenza dei fattori geofisici e delle perturbazioni elettromagnetiche naturali e artificiali. Le fasce del reticolo hanno effetti negativi, soprattutto nei punti di incrocio, detti nodi H, che sono energeticamente più attivi. Sarebbero veramente nocivi quando coincidono con altre perturbazioni dovute a fonti sia naturali sia artificiali: a rendere più attivo un nodo H è la presenza nel sottosuolo di corsi d’acqua, faglie, masse magnetiche e strutture metalliche.

GABBIE DI FARADAY – I campi elettromagnetici naturali possono essere modificati da campi artificiali. Nelle gabbie metalliche, come ad esempio un edificio costruito in cemento armato, può verificarsi assenza di campo elettrico naturale, fenomeno noto come gabbia di Faraday. Michael Faraday, chimico e fisico inglese, osservò che una qualsiasi struttura metallica a forma di gabbia funge da schermo: i corpi in essa contenuti vengono isolati dall’azione dei campi elettrici esterni, e rimane solo quella dei campi magnetici. La mancanza o le anomale variazioni di campi elettrici portano a stati di indebolimento generale, che arriva in certi casi a essere una vera sick building sindrome. E’ stato infatti dimostrato che il campo elettrico naturale ha un ruolo fondamentale sul mantenimento della polarizzazione cellulare e sull’inibizione dei processi di proliferazione dei microrganismi: in sua assenza l’organismo ha meno difese.

I RIMEDI – Tutte le strutture metalliche modificano le onde elettromagnetiche. E’ meglio non collocare grandi strutture di metallo come librerie nelle camere o anche nei vani sottostanti: la caldaia e l’auto nel garage sotto la camera da letto possono avere un effetto amplificatore. Per neutralizzare gli effetti delle radiazioni telluriche in camera da letto, si può ricorrere a materiali con proprietà schermanti: un rimedio efficace è il filo di rame intrecciato su stuoie e coperte di lana pura, hanno proprietà parzialmente isolanti il legno, il sughero, il bambù e la lana.

LE “ANTENNE” ANIMALI – Oltre a strumenti come il galvanomerto (che misura le correnti elettriche anche deboli) e il geomagnetometro (che registra il magnetismo di origine terrestre), anche l’osservazione del comportamento di animali e vegetali fornisce alcuni indizi. Il cane è un buon rivelatore e ha un’istintiva antipatia per le zone perturbate, mentre il gatto ama le vibrazioni dei raggi tellurici della rete, in particolare i nodi di H e sceglie i luoghi a maggiore sollecitazione. Le api producono una quantità tripla di miele se sono su un nodo di H, termiti e formiche, invece, cercano le zone di più intensa irradiazione per costruirvi le loro dimore.

Anche le piante si mostrano molto sensibili alle zone geopatogene, nelle quali hanno difficoltà di attecchimento e di crescita e subiscono più facilmente le malattie; una zona negativa è resa particolarmente evidente dalle siepi che, nella parte interessata, perdono vigore e ingialliscono. Tra le più sensibili, il capelvenere e il prezzemolo in vaso, che nel luogo sabgliato non si sviluppano. Il cocomero, il sedano e la cipolla non riescono a crescere in zone perturbate.>

fonte: uniurb.it

I pesci muoino se stanno sui nodi Hartmann, o Curry, sono stati casi anche di neonati morti in cula (scoperti in seguito)

I nodi Hartmann sono chiamati anche “nodi cancro”, le personne che ci dormono sopra, si possono ammalare garvamente, spesso di tumori. Nella Consulenza Feng shui vengono misurati e rilevati tutti i tipi di  nodi per evitare di dormirci o stare sopra e ammalarsi.

Gas radon – Il radon è un gas molto pesante, pericoloso per la salute umana se inalato in quantità significative. Gas di origine radioattiva, inodore, icolore, insapore 8 volte più pesante dell’aria. si concentra nelle falde acquifere e nei luoghi chiusi a contatto col terreno. La concentrazione di radon in un’area è molto variabile e dipende sia dalla quantità di uranio contenuto nelle rocce (da cui si genera il radon), sia dalla presenza di altri gas, come la CO2 che lo trascina con sè verso la superficie. Inoltre, il radon può raggiungere elevate concentrazioni all’interno delle abitazioni, anche in mancanza di emissione di gas dal suolo, se i materiali costruttivi usati sono rocce ad alto contenuto in uranio. Il rischio da radon si manifesta a lungo termine. Se respirato a lungo per concentrazioni elevate può provocare il tumore polmonare del quale rappresenta, a scala mondiale, la causa principale dopo il fumo.

Segnalare con la massima urgenza al comune di appartenenza la presenza di situazioni potenzialmente pericolose per la salute pubblica, come:

  •  presenza di animali morti senza motivi apparenti.
  • ingiallimento e repentino appassimento di alberi e piante, o impossibilità di attecchimento e crescita di erba, colture e piante in giardinoo in terreni agricoli.

L’osservanza di queste semplici raccomandazioni può aiutare a convivere con il rilascio anomalo di gas e a prevenire situazioni pericolose ad esso connesse.

Per la consulenza di Geobiologia, che implica rilevamento dei nodi di Hartmann e Curry,  falde, faglie, acqua sotteranee, memorie dei muri, l’energia della casa su più livelli, gas radon,geopatie sul corpo, i rimedi per queste situazioni    contattaci.

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Condividi!

Lascia un commento

XHTML: È possibile utilizzare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

BARRA LATERALE
»
B
A
R
R
A

L
A
T
E
R
A
L
E
«
»  Motore: WP   »  Carrozzeria: Ahren Ahimsa
© Nirvaira